mercoledì 12 dicembre 2007

Autobus come vita


oggi è stata una giornata molto faticosa dal punto di vista mentale.. due ore di matematica e quattro di disegno.

Sono tuttavia contento ,ho finito il proggetto e sono preparato per l'imminente compito di matematica ..questo ho pensato oggi uscendo da scuola ,mentre andavo alla solita fermata per prendere l'autobus delle 14 e10.

Ed è stato con questa sorta di stanco euforismo che vi sono entrato prendendovi posto quasi alla fine ,cercando al contempo di isolarmi dai soliti sette cretini che regolarmente si siedono sul fondo mettendo in mostra tutta la loro Educata Cultura.

Mentre cercavo di isolarmi è arrivata anche Diletta che poverina ha un tremendo mal di gola e a cui auguro di guarire presto (o al meno di non soffrire molto) ,abbiamo chiacchierato forse per cinque minuti prima di isolarci entrambi per cercare di riposare visto che eravamo stanchi morti.

Mentre ero li immerso nella musica ecco comparir il sole i cui raggi vengono a colpire in pieno il mio viso ,girato a guardar fuori.. avete mai provato quella sensazione che provoca il calore del sole quando vi penetra nella pelle ? quel tenuo benessere che si infonde in voi mentre il calore si diffonde in tutto il corpo ? beh vi assicuro che è una sensazione stupenda ... mentre ero li a godermi questo attimo di paradiso ,stanco ma contento sotto il calore d'un sole amico.. mi ritrovo a pensare come stranamente un viaggio in auto possa rispecchiare la vita ,devi lottare per salirvi sopra ,per conquistarti una posizione ed anche nel momento in cui la ottieni non sai mai cosa potrebbe capitarti o chi potrebbe venire a sedersi affianco a te ..il suo stesso percorso rispecchia l'andare della vita ,sai quando e dove lo prenderai ma non sai quando e dove arriverai ,sempre se arriverai ,nel momento in cui cambi percorso hai stabbilito una nuova meta ,non sai come vi arriverai ne se arriverai ,ma sai sempre esattamente il punto di partenza.

Cosi si conclude una mi giornata classica.

4 commenti:

luigi ha detto...

Questo è uno dei dieci post più belli che io abbia mai letto in vita mia. Davvero

matteo ha detto...

anche a me è piaciuto molto...mi ricorda cinque anni di riflessioni sul cotral

KAFKA ha detto...

Già il sole e il calore del sole è sempre piacevole,bella la metafora dell'auto,grande Livio.

tiziano ha detto...

confido che nel suo squallore il cotral regala degne riflessioni anche a me...
(è un chiaro segno del revival della new wave)

Mel

Vita Eterna

.mid">