mercoledì 27 febbraio 2008

SERIAL K


Riguardo al sondaggio devo dire che siete alquanto prevedibili.

la risposta corretta era "conoscere la gente". una Serial killer è gia di sua natura metodico e discreto ,il "sapersi confondere" poi è una sua qualità intrinseca infatti nessun Killer ha scritto in faccia che è tale o ha un qualche simbolo di riconoscimento.

Chi poi ha messo "essere paziente" beh.. come dire ha toppato in pieno ,un'assassino non è mai paziente ,puo essere prudente ma mai sarà paziente ,non è nella sua natura ,puo trattenersi quel tanto da far calmare le acque quando la situazione per lui inizia a farsi pricolosa ma ciò verra dettato piu dalla paura che dalla prudenza. L'unica risposta che si avvicinava era il "saper in anticipo i pensieri altrui" che in un certo qual modo equivaleva ad un piu sottile "conoscere la gente" complimenti quindi a colui che ha dato quella risposta ,riguardo agli altri il mio consiglio è quello di far piu attenzione ,i serial sono introno a noi ,irriconoscibili e perfettamente ambientati ,potrebbe essere il vostro vicino ,un vostro caro conoscente ,un vostro parente ,insegnante ,il vostro elettricista o giardiniere ,il vostro avvocato o il commesso del supermercato ,non c'è possibile saperlo l'unica maniera per proteggersi è stare sempre costantemente in guardia.

11 commenti:

luigi ha detto...

Ok, lo ammetto: sono io quello che ha toppato!

Anonimo ha detto...

il serial killer potresti essere tu.......

Anonimo ha detto...

Ma "SERIAL K" come "SERIAL KAZZONE"?

Comuqnue Livio,sei una delusione,come può un serial killer non conoscere la gente a priori?mah.

Anonimo ha detto...

secondo me la cazzata di cui sopra è di francescooh
matteo
cmq io ho votato essere discreto (mi sembra) considerando che il conoscere la gente è anche conseguenza dell'essere discreto

sinistro ha detto...

Non è detto che un serial conosca la gente a priori ,certo dipende anche dal tipo di serial questo te lo concedo ,ma in generale sono persone che per quanto precise e metodiche possano apparire tendono sempre a seguire l'istinto ,conoscono le abbitudini si ma non le reazioni ,esse sono imprevedibili e soggettive ,pertanto per poter essere un buon serial si deve aver la capacità di anticipare le rezioni e questo è possibile solo se si ha una buona conoscenza della persona ,ripeto ,è vero che non tutti i tipi di serial tendono ha seguire questo ragionamento ma se si vede la situazione da un punto di vista collettivo si può notare l'uniformità di questo aspetto nel comportamento tipo del nostro caro serial k.

sinistro ha detto...

tengo ad aggiungere che ,si potrei esser io stesso un serial e tengo a precisare che per "essere discreto" si tende ad intendere una persona dedita al non apparire qualora le condizioni lo richiedano e pertanto non vedo come questo concetto possa esser legato al conoscere la gente visto che ,disolito ,per conoscere la gente si ha bisogno di un contatto continuo mentre l'individuo medio discreto ha come abitudine un certo grado di distacco emotivo.

luigi ha detto...

Livio, ma ne sai così tanto perchè sei un serial killer?

fungo ha detto...

si ma Livio non è affatto discreto.. cioe, Livio, penso, ce l'abbia dalla nascita il profilo del serial killer...
Livio, me fai sempre piu paura...

mi viene in mente ora il modo in cui Liviocacchione guardava me e Giovanni dal finestrino del pullman.. oddio..

cmq, mi sa che la risposta giusta l'ho data io, se non erro...

ma lo sapete che è esitito un gruppo punk dal nome I FUSTIGATORI DEL CAZZO? (dico davvero)

Anonimo ha detto...

certo che livio è un serial killer e la sua prossima vittima potresti essere TU

sinistro ha detto...

Veramente vi ho guardato pochissimo ero piu interessato alla ragazza alla vostra sinistra che devo dire non era niente male.

Anonimo ha detto...

Ma chi? il transettone biondo?

Mel

Vita Eterna

.mid">