domenica 3 febbraio 2008

Tratto da "Dieci giorni sulle colline"


Delphine guardò Cassie e disse:"Ho visto che il cavaliere era stato cresciuto come me ,sempre a pensare a Dio e a pregare per obbedire e fare la cosa giusta ,perchè è questa la disciplina che imponevano a noi ragazze ,allora. A maggior ragione era importante che noi ragazze "Negre" fossimo perfette ,perchè ,a quanto potevamo dedurre dal comportamento dei nostri insegnanti ,Dio era gia maldisposto nei nostri confronti. Dicevano che Dio era misericordioso e che ,anche se eravamo Negre ,e non inglesi ,Dio si sarebbe preso cura di noi se avessimo fatto tutto quello che ci veniva detto. Se lo facevamo e le cose ancora andavano male ,beh ,doveva esserci sfuggito qualcosa ,qualche dettaglio fondamentale ,e magari era proprio quel dettaglio che importava a Dio più di ogni altro". Aveva una voce piatta."Ci dicevano che la misericordia di Dio era infinita ,e anche il suo perdono ,ma gia allora capii ,dal modo in cui ci trattavano i nostri insegnanti ,che non poteva essere vero ,perchè "stretta è la porta ed angusta la via". Dunque ci credo che il cavaliere era spaventato. Era spaventato da Dio ,non dalla morte. Ma gli altri sorridevano ,perchè non dovevano preoccuparsi di Dio"(Il film è "Il settimo sigillo")

"é vero" disse Paul "Gesu ha un sacco di domande a cui rispondere. Il mio punto di vista è che il monoteismo sia stato un'idea abbastanza dannosa per l'umanità. Proprio oggi c'è un'ampio dibattito sul fatto che gli esseri umani hanno una propensio innata ,biologica ,a credere nell'entità suprema o nell'entità e sulle motivazioni di tale propensione ".

"Ne abbiamo parlato durante una delle mie lezioni di antropologia" disse Isabel." Ho scritto una tesina in cui affermo che tutto dipende dall'educazione. Poichè i giovani umani hanno bisogno di educazione e autorità per tanto tempo ,non possono fare a meno di costruirsi un'immagine di autorità ,una figura che unisca omogeneamente tutte le figure di autorità con cui sono state a contatto ,dopodichè la cultura fornisce loro un metodo per dare un nome a quell'immagine e coltivarla. Ho tentato di escogitare un modo per provare che esiste una propensione innata al culto di Dio ,ma io e la mia professoressa non siamo riuscite a trovarlo."

"Non ci sono prove che le civiltà umane siano migliori ,in un sistema politeistico" continuo Paul.."Ma potrebbe darsi che i riti sacrificali ,in cui venivano immolate delle vite umane ,a quanto pare onnipresenti nelle religioni pre-giudiache ,cristiane e islamiche fossero legati piu alla scarsità di tecnologia che a tutto il resto. Credo che le vittime delle torri Gemelle e quelle dei bombardamenti in Iraq siano dei veri e propri riti sacrificali ,con il palcoscenico mondiale a fare da altare a Dio e Allah come divinità assetate di sangue che pretendono un rito propiziatorio."...

Si Accettano commenti.

Nessun commento:

Mel

Vita Eterna

.mid">