lunedì 31 marzo 2008

la Filosofia


Che il santo sia il filosofo, è tanto poco necessario, quanto poco necessario che il filosofo sia un santo: come necessario non è che un uomo bellissimo sia un grande scultore o che un grande scultore sia pure un bell'uomo. Sarebbe d'altronde singolare pretendere da un moralista che non debba raccomandare se non le virtù da lui stesso possedute. Rispecchiare astrattamente, universalmente, limpidamente, in concetti l'intera essenza del mondo, e cosi, quale immagine riflessa, deporla nei permanenti e sempre disposti concetti della ragione: questo e non altro è Filosofia. (Ib.,I§68)

Schopenhauer.

2 commenti:

matteo ha detto...

è questo che mi piace leggere

sinistro ha detto...

bien

Mel

Vita Eterna

.mid">