mercoledì 2 aprile 2008

Benzodiazepine


le fotografie hanno una sola superfice e quattro lati.

Le Benzodiazepine due superfici, come le piastrelle, e sette lati. I sette lati, formati da cinque atomi di Carbonio e due di Azoto, si saldano all'anello aromatico. Penetrando la nebbia dei pensieri agiscono sul sistema nervoso centrale. Quietano il respiro ed il battito cardiaco. Qualche volta allentano le inibizioni sessuali e anticipano l'orgasmo. In genere sedano la tensione, inducono al sonno, rilassano la muscolatura scheletrica, bilanciano lo sqilibrio emozionale.

Le Benzodiazepine hanno nomi danzanti. Madar, Transene, Darkene, Mogadon, Limbial, Roipnol. Per milioni di persone, almeno all'inizio, sono luce soffusa, un bagno caldo, latte tiepido, palpebre morbide. Il loro segreto è negli ioni che appesantiscono e rallentano le cellule nervose, Le fanno rotolare sotto il soffice tepore di un piumone chimico, buonanotte.

7 commenti:

matteo ha detto...

io sto post mica l'ò capito...ma davero nel senso che non riesco proprio a capì de che parla...livio ma lo sai che tra una settimana è un anno che ci conosciamo?

sinistro ha detto...

ottimo bisogna organizzare qualcosa per l'occasione.

aivor ha detto...

benzodiazepina non toccarmi la tristezza...farmaco generico non mi spaventi tu

sinistro ha detto...

e cosa ti spaventa?

aivor ha detto...

tante cose...medicine comprese...bisognerebbe prenderne il meno possibile...e non solo per gli effetti collaterali che tutti conoscono...ma anche perchè un abuso crea un impoverimento genico nelle generazioni successive alla nostra...non tanto nei figli quanto nei nipoti...
cmq il commento di prima era una citazione da elio e le storie tese (ultimo album)

sinistro ha detto...

purtroppo non l'ho ancora sentito tutto, solo qualche canzone sparsa. Sorry

Anonimo ha detto...

Livio... te posso di na cosa?

fungo

Mel

Vita Eterna

.mid">