lunedì 19 maggio 2008

Il Tuo Nome


Il suono forte del motore rompeva il silenzio, era musica, la tua musica. Le stagioni si susseguno, mi hanno visto crescere, hanno visto crescere le mie gambe per sostenere il peso d'esser grande, le mie emozioni vagavano e gli occhi divengono pagine che il tempo riempie di ricordi.

Ricorderò il tuo nome, porterò dentro me il grigio dell'inverno e l'allegria del carnevale. Oggi grida la mia voce e mi dice, non ti preoccupare, ricorderò il tuo nome.

La giostra del tempo ha costruito la mia età e fra tutte le incertezze c'è la convinzione, ricorderò il tuo nome. Parole raccontano e racconteranno le nostre lacrime e i sorrisi scambiati al suono del motore che irrompe nel silenzio.

Ricorderò il tuo nome

Ricorderò il tuo nome

E ora raccoglierò le mie emozioni e ne farò canzoni per te e per me, nel tuo nome

2 commenti:

luigi ha detto...

Apollineo tutta la vita (ero stato definito da Andrea "sua apollineità"...)

sinistro ha detto...

mm... aspetto la fine del sondaggio per dire la mia

Mel

Vita Eterna

.mid">