lunedì 16 giugno 2008

Inseguendo....


Seduto scrivo al computer, la finestra è aperta ed una leggera brezza entra ad accarezzarmi il viso, la musica è alta, voglio che venga ascoltata, sono stanco e pieno di pensieri e mentre scrivo mi distraggo spesso.

La brezza porta la mia testa ad osservare le lente movenze dei rami degli alberi, splendide creature rilucenti dell'amore del sole, osservo e penso però, al contrario di molti, i miei pensieri non disturbano, non parlano, semplicemente scorrono.. come i dolci flutti di un ruscello di montagna non disturbano ma accompagnano.

E mentre son così perso, fra il sogno ed il pensiero, la musica corre inesorabile e guida, mi guida come fà la mano dell'uomo con i flutti della corrente, mi ordina a suo rischio.

A cosa penso ? non lo sò, forse a tutto e forse a niente, le emozioni si susseguono nel mio corpo stimolate dalla musica ed è come la potenza dell'onda, richiamano la forza della terra, violente e dolcissime mi prendono qui su questa sedia sottile con lo sguardo perso nell'immensità del cielo a seguire il volo delle rondini.

Ed è così che non sono più seduto a scrivere ma in viaggio lungo i sentieri sconosciuti delle immagini della mia mente al disperato inseguimento di un'intuizione.

Dove mi condurrà non lo sò e non me ne importa perchè, come disse una volta qualcuno l'importante non è la metà ma il viaggio e soprattutto la volontà d'intraprenderlo.

2 commenti:

fungo ha detto...

Livio...
io...
cioè...

Sempre più commovente.

ps: ma perchè roccarina è fidanzato?

sinistro ha detto...

Ma che ne sò, chiedi a lui.

Mel

Vita Eterna

.mid">