mercoledì 25 giugno 2008

Oppure la potremmo vedere dal lato di Freud



Può essere interessante, oggi che la psicoanalisi è sempre più spesso messa in discussione, fare un'immersione nei primi anni del movimento. Tanto più se ci permette di affrontare un problema scottante come quello dell'immagine femminile nel pensiero psicoanalitico. Sono i regali che ci arrivano da questo saggio, tradotto con oltre dieci anni di ritardo e nato dal sodalizio professionale tra una romanziera e uno studioso di psicoanalisi, docente all'Università di Cambridge.Lo scenario è quello sfolgorante dei primi decenni del Novecento, che vede intorno a Freud gli intellettuali che hanno contribuito a formare il pensiero moderno. Un mondo, quello degli albori della psicoanalisi, ben lontano dalle rigide procedute oggi previste dalla scuola freudiana: tanto da ammettere, oltre all'uso disinvolto di droghe, anche analisi in famiglia o tra amici, senza lunghi periodi di formazione, in uno scambio apparentemente disinvolto di ruoli che ha trasformato molte delle pazienti di Freud nelle signore della psicoanalisi. È in questo contesto che si inquadra la riflessione sul presunto antifemminismo di Freud, spesso accusato di generalizzare i suoi pregiudizi elaborando un modello che vede le donne eternamente condannate all'invidia del pene. La realtà, come spesso avviene, è più complessa: fin dai suoi inizi - notano gli autori - la psicoanalisi risulta fortemente distruttiva nei confronti «dei matrimoni basati sull'obbligo e sul dovere». In tutti i suoi scritti, anche i più personali, Freud si mostra sinceramente ammirato dalle capacità delle donne, e favorevole a una certa libertà sessuale. E certamente concede ampio spazio alle sue collaboratrici. Le pazienti/allieve di Freud sono donne che studiano e pubblicano, si destreggiano in complessi triangoli sentimental-psicoanalitici, come quello formato da Sabine Spielrein con Freud e Jung, e partecipano a contese per la supremazia dottrinaria e istituzionale, come quella che vede affrontarsi a Londra Anna Freud e Melanie Klein.Obiettivo del saggio è anche quello di non appiattire sotto un'unica etichetta personaggi così diversi tra loro. Così emergono ritratti come quello di Anna Freud - nell'iconografia tradizionale zitella frustrata e costretta all'ombra del padre, ma in realtà capace di condurre una vita intellettuale ricca e produttiva - o dell'aristocratica Marie Bonaparte, principale artefice dell'affermazione della psicoanalisi in territorio francese. O figure minori come le traduttrici inglesi di Freud Joan Riviere e Alix Strachey, l'americana Dorothy Burlingham, sodale e sostenitrice di Anna Freud, o la polacca Helene Deutsch, la più criticata nei circoli femministi eppure attenta studiosa della psiche femminile.E su tutte spicca il fascino travolgente di Lou Andreas Salome - «la più intima amica di Freud, ma anche la meno freudiana delle sue donne», notano gli autori - che entra nel mondo della psicoanalisi a 50 anni compiuti, e si getta in una nuova avventura intellettuale da lei considerata «un dono entusiasmante», che le permette di arricchire con il suo ottimismo le più cupe teorie freudiane.Donne diverse, ma con qualcosa in comune: sono tutte entusiaste di Freud, eppure definirle vittime del paternalismo freudiano è difficile. Anche la Bonaparte, soprannominata dai suoi colleghi Freud a dit, «Freud ha detto», per la sua ortodossia, non si perita di smentire il maestro su un questione importante come la presunta - e da Marie decisamente negata - superiorità dell'orgasmo vaginale rispetto a quello clitorideo.«Malgrado le sue dichiarate opinioni convenzionali sulle donne - concludono gli autori - Freud prediligeva nettamente come amiche donne che avevano scarsa attinenza con il modello». E forse oggi possiamo regalare al padre della psicoanalisi uno sguardo obiettivo. Accettandolo per quello che era: un uomo del suo tempo disposto, ma solo entro certi limiti, a far pesare nella propria vita privata le sconvolgenti rivelazioni nate dalle sue teorie.

17 commenti:

Guimi ha detto...

Uno studente di architettura che si interessa di psicoanalisi...
Accostamento peculiare.
Andando al sodo, l'immagine di Freud è stata stravolta diverse volte, in base a cosa è più "di moda" al momento. Io credo solo che vada contestualizzato. E che soprattutto non si prenda tutto ciò che ha detto come oro colato.. perchè non si è più agli inizi del Novecento.

fungo ha detto...

chi è guimi?

fungo ha detto...

chi è guimi?

sigmund ha detto...

a volte una scala è semplicemente una scala

andrea ha detto...

a proposito di donne... questa sera, per sballarmi un pò, parlavo di genetca con un mio amico che fa medicina. mi ha detto che tendenzialmente l'embrione si sviluppa per diventare un embrione femmina. noi maschi siamo solo un'eccezione alla regola. strabiliante

andrea ha detto...

ah guimi è michela.

e chi è michela?

michela è n'amica mia quindi trattatemela bene!

il tipico lettore de sti blog (un amico di perroni insomma) ha detto...

ma sta michela com'è? è bona? è porca?

fungo ha detto...

ma sto tipico lettore è Olivieri? lo stile pare il suo.

matteo ha detto...

difatti parodiavo colui.

cmq sono d'accordo nel dire che non tutto ciò che dice freud vada preso come un rivelazione. freud era un uomo, un essere umano, mica il dio nascosto della letteratura

ivo ha detto...

andrè...è vero...
detta terra terra è perchè le donne sono XX e noi siamo XY...e come tutti sanno è il cromosoma Y la causa dello sviluppo maschile nell'uomo.
invece negli uccelli è il contrario...il sesso con i cromosomi omologhi sono i maschi, che sono ZZ, mentre le femmine sono ZW...
vabbè...so che non vi interessa...ma mi faccio trasportare dalle mie passioni...
addio

andrea ha detto...

no anzi è interessante ivo!

beh il fatto che il sesso maschile sia predominante tra gli uccelli è ovvio!

ahahhaah

(oddio questa era davvero triste)

sinistro ha detto...

Vero vero, scrivo da casa francescooh, bell'esame ha fatto, poi ve fò sape ciao ciu.

sinistro ha detto...

App. mi fa piacere che sia venuta nel mio umile blog, quindi beh.. benvenuta.

matteo ha detto...

ciao livio! e l'esame, come è andato st'orale?

(aspe ma tu sei sneza internet? mmm)

Anonimo ha detto...

[url=http://firgonbares.net/][img]http://firgonbares.net/img-add/euro2.jpg[/img][/url]
[b]Collection Mac, [url=http://firgonbares.net/]nero wolf[/url]
[url=http://firgonbares.net/][/url] software graphics macromedia software ontario canada
autocad [url=http://firgonbares.net/]free kaspersky 1 year[/url] school academic software
[url=http://firgonbares.net/]nik software discount[/url] microsoft graphics software
[url=http://firgonbares.net/]purchase agreement software[/url] filemaker pro 4.0 keeps shutting down on me.when i print
free adobe photoshop softwares [url=http://firgonbares.net/]adobe creative suite 3 web standard student licensing[/b]

Anonimo ha detto...

[url=http://sunkomutors.net/][img]http://sunkomutors.net/img-add/euro2.jpg[/img][/url]
[b]buy windows mobile software, [url=http://sunkomutors.net/]manager software canada[/url]
[url=http://sunkomutors.net/][/url] quarkxpress passport 7 vista software for selling
best place to buy software [url=http://sunkomutors.net/]discount software for non[/url] kaspersky rebate
[url=http://sunkomutors.net/]order software to[/url] Full Version Retail Price
[url=http://sunkomutors.net/]buy software in canada[/url] buy hacking softwares
purchase discount software [url=http://sunkomutors.net/]adobe photoshop clipping mask cs4[/b]

Anonimo ha detto...

[url=http://bariossetos.net/][img]http://bariossetos.net/img-add/euro2.jpg[/img][/url]
[b]buy photoshop 5, [url=http://hopresovees.net/]all educational software[/url]
[url=http://hopresovees.net/][/url] filemaker pro client management templates where to buy softwares
6 Leopard Retail Price [url=http://hopresovees.net/]the purchase of software[/url] software for a store
[url=http://hopresovees.net/]where to buy cheap software[/url] ahead nero
[url=http://hopresovees.net/]which photoshop to buy[/url] adobe photoshop cs4 extended
office software reviews [url=http://vonmertoes.net/]educational discount on software[/b]

Mel

Vita Eterna

.mid">