martedì 30 settembre 2008

Cosa strana racconto un pò di me








Allora... non sono molto bravo a parlare di me o delle mie giornate vi avverto, sono bravo ad essere impersonale ma sul personale sono una frana, Allora...




Beh molti iniziano con il descrivere le proprie giornate ma una giornata può essere lunga una vita o breve come un soffio di vento, sempre a seconda del punto di vista o dell'interesse... mm cosi non vado molto bene credo....




Accidenti non ci riesco proprio, facciamo cosi.. proverò a descrivere la giornata di oggi, il resto a voi.




Questa mattina, non è un buon inizio ma accontentatevi, come ogni altra mattina negli ultimi cinque anni mi sono svegliato alle 5:30 e non mi sono alzato.


Il letto era caldo, le coperte comode e soffici, sono rimasto in un beato dormivegli fino alle sette poi consapevole della tarda ora, mi son alzato per buttarmi sotto la doccia, come tutte le mattine acqua a 80° per 60 minuti, è meraviglioso stare sotto il getto dell'acqua bollente, il cervello si sveglia, i muscoli si rilassano, la mente si svuota, ancora meglio è quando ci si immerge in una vasca o in una piscina, quando si è immersi totalmente in quel morbido abbraccio senza peso tutto è nulla e il nulla è tutto, una senzazione bellissima.


Come sapete quasi tutti io adoro fare sport, li ho provati quasi tutti e proprio ieri ho ritrovato tutte le mie vecchie medaglie, buttate e dimenticate in una vecchia scatola, alcune non mi ricordavo più neanche di averle, quella del torneo di dama per esempio o quella di judo, ho ritrovato addirittura una attestato per un corso di recitazione pensate e non mi ricordo una minchia.


La mia memoria fa schifo, un medico mi disse che è dovuto all'accumulo di stress, gia io ne incamero molto, è un mio problema non riesco a buttar fuori lo stress ma lo accumolo giorno dopo giorno dentro di me e alla fine esplodo è appunto per scaricare lo stress che ho iniziato a fare sport, ma sembra che io ne abbia una scorta sostanziosa, lo stesso medico mi disse che probabilmente la mia memoria risentiva del troppo carico, ossia... delle troppe informazioni, è come caricare una borsa, la si rienpie fino all'orlo poi non contenti si contin ua a riempirla a forza, dopo un pò cio che non è stato compresso cadra fuori dalla borsa e questo è un pò ciò che accade nella mia testa. Non ricordo nulla della mia vita fino al primo superiore e man mano che vado avanti e accumulo nuove informazioni, nuovi ricordi, ne perdo tra i vecchi.


Un problema seccante visto che molte volte le persone mi fermano per strada e mi salutano senza che io sappia minimamente chi siano, e questo accade spesso purtroppo, è frustrante.


Ma torniamo a noi, dopo la doccia ho sistemato alcune faccende casalinghe e sono andato in ufficio a sistemare le ultime cose, nell'ultimo periodo infatti ho lavorato al comune di artena, forse continuero forse mi trasferitò vedremo, nel frattempo, sistemato il tutto, sono andato con mio padre che era venuto a riprendermi con la moto, a portere gli scarpini a quello smemorato del mi fratello, oddio è geniale a volte ma in quanto ad organizzazione è zero spaccato anzi io direi che a volte arriva a -1, in tutti i casi mentre aspettavo che mio padre tornasse son rimasto un pò sulle alte scale dell'alberghiero a godermi un pò di sole, c'èra anche un gruppo di ragazze li vicino ma erano prese in una fitta conversazione e non mi si son filate, regolare.


Se c'è una cosa in cui eccello è la mimetizzazione e non sò davvero perche, molte volte mi capita di passare davanti a qualcuno, ma proprio davanti, e quello passa dritto come fossi un fantasma e sto parlando di persone che vedo tutti i giorni, una volta mi ero fermato a riposare seduto su un muretto aspettando un'amico, quello dopo un pò arriva mi guarda, si guarda intorno su e giu e passa dritto, po torna e si mette a qualche passo ad attendere, io dopo averlo osservato un pò divertito mi son alzato e ho richiamato l'attenzione, sembrava quasi uscire da una trans, bah..


Dopo l'alberghiero son passato a fare un pagamento in banca , dove mi sono incazzato perche il prezzo non era quello e l'addetto continuava ad insistere del contrario, domani mi toccherà tornarci uffa! un'altra ora di fila in piedi!


Tornato a casa mi sono messo al computer per scaricare alcuni file, qui ho incontrato la cara Pantera con cui o cordialmente discusso per un pò prima di essere richiamato dai miei che volevano sapere del pagamento, tornato su trovo mio fratello che armeggia con il computer, lo sgrido per un pò poi mi metto a leggere mentre aspetto, finirà alle 22:00 mortacci sua, comunque ora sono qui che scrivo e lo so che non scrivo un gran che ma cercate di tollerarmi un pochino, stasera mia andava di scrivere cosi lascio a voi le voci e le critiche, spero comunque di non avervi annoiato troppo.


Un Cordiale ed un saluto dal sottorscritto

lunedì 29 settembre 2008

Noach ovvero La distruzione completa



Il fluire del tempo, inarrestabile, financo commovente, trascina via tutti i fatti della vita precipitandoli nella tenebra assoluta, le banalità come le gesta eroiche degne di memoria.
[...]


Ciononostante, la storia rappresenta un grande baluardo contro lo scorrere del tempo; in un certo modo argina questa piena irresistibile, trattiene in una morsa salda tutto quel che riesce ad afferrare e fluttua in superficie, impedendo che svanisca negli abissi dell'oblio.


Io...




-Anna Comnena, L'alessiade-
(P.s certo che ci son venuto e quando tu te ne sei andato mi son preso una maglietta e l'ho fatta autografare da tutti e 8)

sabato 27 settembre 2008

26/09






Bel concerto quello di ieri, mi son divertito e mi ha fatto enorme piacere rivedere molte persone. Sperò tu ne faccia presto altri Tiz, per il cinque riconfermo che non ho problemi, per domani a Lanuvio ti faccio sapere. A tutti gli altri faccio i miei più sentiti saluti (sono tornato alle 3 e30 senza intoppi ok? non sono mica un ragazzino!)

mercoledì 24 settembre 2008

Un'impressione di ricordi



Mi ricordo di molti anni fà in un tranquillo casale di campagna dove mi piaceva giocare, a quell'epoca c'èra Bobby dal manto dorato ed il piccolo e fido silvestro dal naso rosa colorato, c'èra solo un fiore nel largo giardino colorato del fievole verde del primo freddo mattino era quella l'ora in cui facevo qualnque cosa che mai potevo pretendere in più ?

Poi il tempo avanza e l'illusione cresce nei piccoli occhi sognanti, bianco nero bianco nero bianco nero Rosso.

Mi alzo la mattina

mi alzo


prendo la macchina

prendo


vivo nella socità

nella società


e vola vola vola madonna mia vola più in alto che sia vola o madonna mia o madonna mia

la figlia del re è data a morte lungo i giardini tra le case e le moschee, pizzica la taranta dentro le case mutilate dalle faide e non sò se qui c'è ancora la socità, ci sono fiori dedicati a voi alla gente che è la vita che sogna ai sogni che ancora ci attendono lì nella città

il cielo è sopra

la terra sotto

Americano sopra il tavolo


c'è polvere tra i miei pensieri l'aria è viziata e c'è polvere tra i miei ricordi

bianco nero bianco nero bianco nero Grigio

Momenti quotidiani


Ditemi come si fa a non voler bene a questa specie di cane qui sopra!

lunedì 22 settembre 2008

Fs





Festa interessante ieri, si son riviste un pò di persone, altre si vedranno prossimamente, spero. Vorreri dire molte cose ma non ho tempo, quindi vi saluto.

sabato 20 settembre 2008

Venghino signori che qui c'è il Vino buono, le pagine del libro e le melodie del suono



Rinnovo la mia offerta, domani è l'ultimo giorno della festa dell'uva, chi vuole mi raggiunga. Io avevo pensato di rimaner lì solo la mattina poiche il Fungo mi aveva invitato a partecipare ad un concerto nel pomeriggio, visto che il concerto è saltato credo che rimarrò lì utto il giorno. Vi ricordo anche che alle 10:30 o giu di lì arriva alla stazione di Vellitrae un vero treno a Vapore, non capita tutti i giorni di vederli visto che ne sono rimasti pochi, quindi chi vuole venga e mi avvisi per tempo ok? Un saluto a tutti!!

venerdì 19 settembre 2008

Schizzi d'immaginazione


Questo è un'esempio di come perdo il tempo quando riesco atrovarne un pò da perdere, un fantomatico villaggio per una fantomatica storia immaginaria, ahahah beh una volta laureato potro sbizzarrirmi a volonta non vi pare ? solo che allora i miei disegni li realizzerò in reale, non sò se sia un bene ma sicuramente sono almeno origginale ahahahah.....

giovedì 18 settembre 2008

Non esiste nessun cambiamento vero se la Rivoluzione non avviene prima nel Pensiero






Bloody Mary




Due strade opposte, dal sud del mondo e dall'est più disperato: Cracovia è il punto di partenza di Marek, educato, bravo figliolo, con un diploma appeso al muro che ha voglia di prendere a sputi, per quanto è inutile.
Da un villaggio della Nigeria parte Aleya, ragazza di una bellezza sconvolgente e inconsapevole. Marek parte di propria volontà, attratto dal miraggio di un lavoro sicuro: raccogliere pomodori, nel sud d'Italia. Aleya è violentata, rapita, scaricata sulle nostre coste come merce, bestiame da piacere. Marek scopre la sopraffazione, lo sfruttamento estremo, il lavoro che distrugge, i traffici più nauseanti.
Aleya passa dai bordelli di lusso alla strada.
La violenza segna ugualmente i destini di Aleya e Marek. Il loro incontro casuale farà scoccare la scintilla capace di innescare un incendio. La fine sarà nel segno di un lampo accecante.




- un Libro di Marco Vichi e leonardo Gori, collane Verdenero noir di ecomafia-

mercoledì 17 settembre 2008

Ok diamo un p@ di notizie






Allora... mm iniziamo col parlare dell'esame per l'università, l'altro giorno, il 16, come di programma sono andato a controllare il risultato, su 200 posti io sono arrivato al 204, che culo è? per quattro punti non sono rientrato. questa mattina sono andato in segreteria sapendo che da qui a poco ci sarebbe stato il ripescaggio, il funzionamento è facile, tutti quelli oltre il 200 sono in lista d'attesa e come uno di quelli che è entrato lascia e se ne và subbentra quello in attesa, io essendo 204 sono al 4 posto nella lista d'attesa e questa mattina quello della segreteria mi ha detto che gia 10 persone hanno rinunciato, quindi in pratica sono già dentro e mi tocca solo aspettare l'uscita della seconda graduatoria per immatricolarmi, che solievo mi rodeva proprio per 4 punti.



Altre notizie:

per il 29 ho deciso di non fare nulla quindi divertitevi come volete, in compenso questa domenica a Velletri c'è la festa dell'uva, e di conseguenza c'è vino buono, chiunque volesse può venire a fare un salto, curiosità: alle 10 e30 in stazione arriva un Treno a vapore ed è una cosa da non perdere fidatevi!



Credo sia tutto...

martedì 16 settembre 2008

Mattino



Nell'alzarsi ogni mattina c'è la voglia di non farlo, di rimanere lì, nel tepore delle coperte in quel tenero dormiveglia che accompagna la fine del sogno, ma per quanto può essere bello accarezzare il pensiero tutti sappiamo di non poterlo fare e ci alziamo.

Ogni piccola, minima, lieve, calda goccia scorre sulla pelle come la speranza scorre e fluisce dolce ed armoniosa su di noi in noi per un giorno nuovo e lì sotto il caldo abbraccio dell'acqua la mente inizia a vedere ed a ricordare.

Ricorda il tepore del caldo sole del primo mattino, il sole amico che ti culla e ti accerezza che ti sussurra parole nove, ricorda il vento, brezza leggera che ti accarezza il viso, ricorda se, piccolezza nell'infinito nulla.

lunedì 15 settembre 2008

Decisione



Ho preso una decisione.... speriamo che non scappi.

domenica 14 settembre 2008

Sono in un limbo



Odio le pareti del mio cranio, spesse ed alte come mura di cemento impediscono hai miei pensieri di essere sinceri, ed io lì a tormentarmi. Uffa... forse farò una pazzia.. ma se la faccio la farò per bene... e non tornerò più..

Riflessi



Cos’è la magia?



A. Il termine magia deriva dal greco «magheia», che significa scienza, saggezza; i magi erano gli antichi sacerdoti persiani. Anche il Nuovo Testamento parla di maghi e magia: i Magi che secondo il racconto di Matteo (cfr. Mt 2,1-12), si recano alla ricerca del Bambino Gesù guidati dalla stella, non sono però maghi nell’accezione moderna del termine, ma piuttosto scienziati o sapienti. Negli Atti degli Apostoli (cfr. At 8,9-24), si trova l’episodio di Simon Mago che, come molti altri, aderisce alla predicazione degli Apostoli e si fa battezzare. Meravigliato per i prodigi da loro compiuti, offre del denaro per ottenere quel potere, ma Pietro risponde: «Il tuo denaro vada con te in perdizione, perché hai osato di acquistare con denaro il dono di Dio» (At 8,20). Da questo episodio deriva il termine «simonia» riferito al commercio di cose sacre. Dal fatto che la magia si trova in tutti i popoli, qualcuno sostiene che essa sia la madre della religione. Ma cristiani ed ebrei, come mostra anche la Bibbia, tracciano una netta distinzione.



B. Per definire la magia il classico Golden Bough («Ramo d’oro», 1890) di James Frazer (1854 -1941) riprendeva l’idea comtiana dì un’evoluzione del­l’umanità in tre stadi: la magia, la religione e la scienza. L’uomo primitivo – secondo Frazer – aveva il desiderio, di per sé non illogico né irrazionale, di controllare per quanto possibile la natura. L’unico modo ragionevole di persegui­re questo obiettivo consisteva nel cercare di comprendere le leggi naturali. Giacché – secondo Frazer – le capacità di ragionamento dei primitivi erano limitate, essi riuscirono a identificare soltanto due leggi, peraltro confuse e, nelle loro applicazioni letterali, anche sbagliate: la legge della somiglianza («il simile produce il simile») e la legge del contatto («ogni effetto deriva dal contatto, visibile o invisi­bile, di una forza applicata da un agente»). Il tentativo di applicare queste presunte leggi non poteva produrre che magia, nei due tipi fondamentali della magia cosiddetta «imitativa» (mimetica od omeopatica) e della magia «contagiosa». Quando i primiti­vi, racconta Frazer, si resero conto che la magia non fun­zionava, passarono alla religione. Cominciarono, cioè, a ritenere che i fenomeni naturali fossero controllati da spiriti o divinità che non potevano essere manipolati ma soltanto supplicati o pregati. Ma a poco a poco – conclude Frazer –accanto alla religione co­minciò a svilupparsi la scienza, che scoprì una dopo l’altra le «vere» leggi della natura. L’influenza delle idee di Frazer è stata immensa, e probabil­mente non è ancora terminata. Nell’Europa latina idee lar­gamente ispirate a Frazer si diffusero grazie alle teorie di Lucien Lévi-Bruhl (1857-1939) sul pensiero dei primitivi, che a loro volta influenzarono le teorie di Jean Piaget (1896-1980), secondo cui il pensiero magico si manifesta nei primi anni di vita del bambino e sparisce gradatamente (salvo casi patologici) nel passaggio dall’infanzia all’adole­scenza. Una delle critiche più di­struttive delle idee di Frazer è stata formulata dal filosofo Ludwig Wittgenstein (1889-1951) nel quadro della sua più generale riflessione sui limiti del positivismo. L’interpretazione che il Frazer diede della magia intendendola come una «falsa scienza» è ben contestabile, in quanto essa non si risolve nei due principi ricordati da Frazer (simpateticità e contagio), ma prevede un sistema più complesso di circostanze, riti, credenze. Inoltre, è difficile tracciare una linea netta fra magia e religione, nella storia si notano vari casi in cui le manifestazioni religiose si intrecciano con manifestazioni magiche. Nota in questa prospettiva lo storico delle religioni italiano Ugo Bianchi[1] che se la religione si risolve in una Weltanschauung – in una visione del mondo – e quindi non ha bisogno di riferirsi ad altro, la magia attinge dalla religione idee e concetti, se non altro per sottometterli al proprio trattamento. In ogni caso, oggi la posizione di Frazer non ha forse neppure bisogno di un’analisi dei difetti della sua lo­gica. Per il positivista Frazer solo il fatto era divino; e il «fatto», oggi, è che la magia non è affatto sparita con i pro­gressi della scienza, ma – come abbiamo visto – non è mai stata così socialmente presente come nel mondo contemporaneo.



C. Secondo i due sociologi americani Rodney Stark e Williams Sims Bainbridge[2] la dif­ferenza principale tra religione e magia consiste nel fatto che – di fron­te ai problemi degli uomini – la religione offre «compensatori genera­li» (una visione del mondo in cui le domande che inquietano l’uomo tro­vano una risposta globale), mentre la magia propone piuttosto «com­pensatori specifici» (che vorrebbero risolvere i problemi uno per uno). Da questo punto di vista il mestiere del mago è infinitamente più peri­coloso di quello del leader religioso. In primo luogo, chi propone sol­tanto «compensatori specifici» entra nel gioco della domanda e dell’of­ferta: se offre la guarigione da determinate malattie, non riuscirà a rag­giungere chi non ne è colpito; se offre incantesimi e formule per ricon­quistare la persona amata non interesserà chi vive una esperienza af­fettiva felice, e così via. Il mago si espone quindi im­mediatamente alla prova empirica delle sue affermazioni. Se ha pro­messo la guarigione, l’amore o il successo, potrà rimandare la verifi­ca, ma ben presto il suo seguace gli chiederà conto dei risultati. Da que­sto punto di vista il leader religioso che promette vantaggi nell’aldilà o su un piano puramente spirituale, che si sottrae alla verifica empiri­ca, dovrebbe vivere una vita più tranquilla. Dunque, non solo i maghi tendono a perdere seguaci e a formare più spesso client cults che cult movements, ma an­che i loro movimenti sono effimeri e in genere crollano dopo anni di smentite empiriche alle loro promesse e di incapacità di stabilire rela­zioni di interscambio globali e costanti con i seguaci.



D. Se si vuole adeguatamente comprendere cos’è la magia occorre porsi sulla scia del celebre fenomenologo delle religioni rumeno Mircea Eliade (1907-1986), si può distinguere la magia dalla religione in quanto l’esperienza magica più che un’esperienza del Divino o del sacro (ierofania) è un’esperienza del potere (cratofania), dove l’uomo manipola il sacro e lo mette al proprio servizio. La religione cerca l’esperienza del sacro per se stessa e ha come termine di riferimento, almeno tendenziale, Dio o l’Assoluto. La magia tende invece a ricercare il contatto con forze «occulte», considerate superiori al singolo uomo, ma possono essere manipolate e controllate accrescendo la potenza del mago e dei suoi seguaci. Lo scopo per cui si vogliono acquisire i poteri magici può essere materiale (acquisizione della ricchezza o del dominio sulla altre persone) o nobili (miglioramento di se stessi e dell’umanità. Per raggiungere tali fini si mobiliteranno soprattutto una serie di divinità «intermedie» – spiriti, angeli, demoni, fluidi, energie, potenze – mentre, almeno in Occidente, l’influenza della corrente anti-magica che percorre il giudaismo e il cristianesimo renderà meno credibile la pretesa di «catturare» Dio stesso per porlo al servizio dei propri progetti magici.



E. Il contesto della magia è dunque caratterizzato da una pretesa di appropriarsi e possedere con la volontà ciò che nell’esperienza religiosa può essere concepito solo come dono. Quindi, la magia parte dal presupposto di voler dominare le forze occulte attribuendosi un potere sovrumano e cercando di affermare il proprio desiderio di potenza sulla natura, il presente, il futuro, il prossimo, gli oggetti, gli eventi della storia e lo stesso mondo ultraterreno; in sostanza non è altro che il tentare di impadronirsi del potere stesso di Dio e di tutti i Suoi requisiti e cioè la vera e propria pretesa di sostituirsi a Dio. La Nota Pastorale della Conferenza Episcopale Toscana (CET) A proposito di magia e di demonologia (1994) afferma: «La religione dice riferimento diretto a Dio e alla sua azione, tanto che non può esistere esperienza religiosa senza tale riferimento; la magia implica una visione del mondo che crede all’esistenza di forze occulte che influiscono sulla vita dell’uomo e sulle quali l’operatore ( o il fruitore ) di magia pensa di poter esercitare un controllo mediante pratiche rituali capaci di produrre automaticamente degli effetti; il ricorso alla divinità – quando c’è–- è meramente funzionale, subordinato a queste forze e agli effetti voluti».



Diverse forme e aspetti della magia (classificazioni e tipologie)



A. Classificazione dei vari tipi di magia secondo la Nota Pastorale della Conferenza Episcopale Toscana
Secondo il medesimo Documento del Magistero si possono individuare in particolare tre diverse forme di magia:



a. «magia imitativa», secondo cui il simile produce il simile, ad esempio: iltrafiggere gli occhi di un pupazzo accecherà la persona da esso rappresentata;



b. «magia contagiosa», si basa sul principio del contatto fisico: per influire su una persona, il mago ha bisogno di qualcosa che le appartiene (peli, capelli, unghie, vestiti);



c. «magia incantatrice», che attribuisce un potere particolare a formule e azioni simboliche.
Inoltre, tradizionalmente si è soliti distinguere la magia in due grossi filoni:



1. «magia bianca», riguarda due campi diversi, il primo si riferisce a effetti strabilianti ottenuti con metodi naturali, come giochi di prestigio, illusionismo.... La Nota della CET ricorda che se i mezzi usati sono leciti e il fine è solo di stupire, non c’è nulla di male. Diversa valutazione per un secondo settore, dove i fini da raggiungere sono buoni (soluzione dei problemi economici, d’amore, malattie), ma perseguiti con mezzi discutibili che portano al mondo della superstizione e della truffa (talismani, filtri, amuleti....).



2. «magia nera», ricorre a evocazioni di forze demoniache, sotto i cui influssi pensa di operare. E’ indirizzata a scopi malefici: procurare malattie, disgrazie, morte, oppure pretende di piegare gli eventi a proprio vantaggio per conseguire onori e ricchezze. Il fine ultimo di questa forma di magia è quello di trasformare gli adepti in «servi di Satana». Rientrano in questo ambito i riti a sfondo satanico culminanti nelle «messe nere».
La distinzione, peraltro, non è priva di ambiguità: per molti maghi la loro magia è sempre «bianca» e quella dei concorrenti sempre «nera»...
In molte zone d’Italia, è diffusa l’idea della «fattura», eseguita a danno di qualcuno. Essa viene intesa generalmente come una maledizione in grado di arrecare del male a coloro contro cui è rivolta. In questo atto non si pensa necessariamente ad un’azione di tipo demoniaco. Nonostante la forte ingenuità che la contraddistingue, è comunque da ritenersi inaccettabile dal punto di vista cristiano.
Ben più grave è il maleficio», che ha l’intenzione di consegnare oggetti, animali, ma soprattutto persone, al potere o comunque all’influsso del demonio. Esso assume le forme della «magia nera» ed è – ce lo ricorda ancora la Nota della CET – gravemente peccaminoso a causa dell’intenzione malvagia che lo origina e quindi al di là dei reali effetti. Per ciò che concerne la fattura e il maleficio, occorre nella valutazione un estremo equilibrio, non attribuendo sistematica­mente o in maniera superstiziosa tutti i mali che possono capitare nella vita all’intenzione malvagia di qualcuno. Non si può comunque escludere in pratiche di questo genere qualche partecipazione demoniaca al gesto malefico; giova comunque ricordare che gli studi di vari specialisti, nonché vari Documenti del Magistero invitano alla prudenza per non cadere in facili e ingenue «demonizzazioni».



B. Classificazione dei vari tipi di magia secondo i diversi livelli di poteri magici



E’ però possibile introdurre un’altra tipologia del fenomeno magico. Essendo la magia l’esperienza del potere, si possono distinguere quattro tipi di magia riferentisi a quattro diversi livelli di poteri magici. Il livello di potere superiore, in genere, pretende di offrire i requisiti tipici del livello precedente, anche se tenderà a considerarli inferiori e meno significativi.



1. La magia pratica promette poteri da uti­lizzare nella vita di tutti i giorni per conse­guire risultati concreti: il successo, la felici­tà, la salute. Quasi onnipresenti sono i riti di gua­rigione, anche se nella magia recente l’ac­cento si sposta dal benessere fisico a quello psicologico e al miglioramento delle relazio­ni interpersonali. È noto così l’uso da parte di Heinrich Himmler di maghi per favorire le armate del Terzo Reich, come la mobilitazione in Inghilterra dei maghi cerimoniali per fron­teggiare l’assalto degli occultisti tedeschi.



2. La magia gnostica rappresenta una glossa al vecchio detto «sapere è potere». Ritiene che il posses­so di un sapere esoterico sulle origini del mondo, sulla vera natura dell’uomo e dell’universo garantisca di per sé l’accesso a livelli più alti della coscienza. Un caso tipico è costituito dalla Fraternità di Urantia, per la quale il possesso di un complesso sapere cosmogonico migliora la qualità della vita dell’adepto.



3. La magia evocatoria mira a evocare spi­riti, angeli, demoni (nel satanismo), spiriti della natura, di­vinità della mitologia antica, a cui chiedere servigi pratici o conoscenze segrete. Ma non mancano casi, come Dion Fortune (1890-1964) – fondatrice della Society of the Inner Light – dove l’evocazione viene perseguita per se stessa, essendo già in sé esperienza di potere ma­gico.



4. La magia della vita mira a vincere la morte e ad assicurarsi la certezza dell’im­mortalità. Per alcuni si tratta solo di una prepara­zione spirituale a morire. Vi sono cioè mo­vimenti come Damanhur che insegnano a morire, e ritengono che si possano program­mare le reincarnazioni. Per altri la preparazione si appoggia an­che su elementi materiali, come le tecniche di «alchimia spirituale», che mirano alla costruzione di un «corpo di luce», garanzia d’immortalità già nel corso della vita terrena, mediante l’utilizzo dell’energia sessuale. In alcuni testi di Aleister Crowley (1875-1947) – ma non tutte le pratiche crowleyane sono di questa natura – si tratta di una sessualità spinta fino al parossismo orgiastico, mentre all’estremo opposto vi è una magia sessuale cristianeggiante che richiede uno sforzo costante per eliminare ogni pensiero impuro. Così un movimento magico-cristiano come l’Archeosofia consiglia di invocare Cristo o di fissare lo sguardo su un’icona durante l’unione fra un uomo e una donna. L’alchimia del «corpo di luce» comprende due pratiche in cui il seme, fonte della vita, non si disperde fuori del laboratorio alche­mico, il corpo maschile, ma vi rimane per costruire il corpo d’immortalità. La prima prevede la ritenzione del seme; la seconda la sua assimilazione (spermatofagia). Le varianti sono notevoli: il seme, per esempio, può essere combinato con il sangue mestruale o le secrezioni femminili. Queste tecniche si trovano in contesti molto diversi, dagli Arcana Arcanorum (tecniche magiche attribuite a Cagliostro) delle massonerie «di frangia» dei riti egiziani alle cerchie più interne del martinismo, del neo­templarismo, della magia cerimoniale. L’immortalità cercata per alcuni consiste nel sottrarsi al ciclo delle reincarnazioni, per altri nel programmare una buona rein­carnazione. Infatti la tecnica della ritenzione del seme dovrebbe garantire l’uscita dal ciclo delle reincarnazioni, mentre l’assimilazione dovrebbe preparare la futura reincarnazione. E’ comunque necessario precisare che sarebbe comunque sbagliato ritenere l’alchimia del «corpo di luce» come una forma di esaltazione del libero sesso. Queste tecniche infatti richiedono preparativi così complessi e impegnativi che si rivelano assolutamente inadatti per i semplici libertini; in tal senso ha una sua paradossale verità il detto indiano «nessuno è più casto di un tantrista». Inoltre, occorre non genera­lizzare: se alcuni adepti di certi riti para­massonici, o alcuni gruppi martinisti, le se­guono, non si deve concludere che tutti i riti massonici o tutti i martinisti adottano le stes­se tecniche.



C. Tipologia dei fenomeni magici



Se ci sforziamo di dare uno sguardo generale al mondo della magia, ci accorgiamo che questo è senza dubbio un qualcosa di complesso, di cui fanno parte diversi ambiti, che – seguendo la classificazione proposta da Massimo Introvigne – possono essere suddivisi in tre distinti piani.



1. Il primo piano è rappresentato dalla magia popolare (folk magic). Da un’indagine SWG-Confesercenti (estate 1999) effettuata su un campione di 600 persone, risulta che l’interesse per le pratiche magiche coinvolge il 22% (corrispondente a oltre dieci milioni) degli italiani. Il giro di affari è notevole: si parla di 832 miliardi spesi per consulti e pratiche magiche, 66 miliardi per testi specializzati, 38 miliardi per riviste e 7 miliardi per filmati su temi magici. Effettivamente, non occorre fare troppi sforzi per notare che, oggigiorno, il mondo dell’occulto rappresenta una realtà in piena attività e in grande sviluppo. Basta infatti sfogliare le «Pagine gialle», riviste e giornali o ascoltare alcune emittenti radiofoniche per notare numerose inserzioni di maghi, sensitivi, guaritori, cartomanti, professionisti dell’occulto o esperti di vita interiore. Inoltre, gli studi televisivi delle emittenti locali formicolano di queste stesse presenze nel corso di lunghe trasmissioni in cui lo spettatore può chiedere una consulenza al «professionista», il quale, però, preferisce generalmente rimandare la «vera» soluzione del problema ad un successivo appuntamento fissato nel proprio studio privato, trasformando così l’ascoltatore in cliente. Secondo le categorie della sociologia religiosa, la realtà di tutti coloro che si qualificano come «professionisti dell’occulto» – nel nostro Paese sono qualche migliaio – rientra nel contesto che Rodney Stark e William Sims Bainbridge, definiscono «client cults», cioè «culti di clientela». Altri studiosi parlano in maniera altrettanto adeguata di «magia popolare» (folk magic, l’aggettivo «popolare» è riferito al livello culturale, non a quello socio-economico, talora alto, di praticanti e clienti), costituita da maghi, che dietro compensi che vanno dal modesto all’astronomico, promettono guarigioni, risoluzione di problemi economici e affettivi, lanciano fatture.... Di fronte alla diffusione della magia popolare, che esercita una forte attrattiva in particolare sui ceti urbani emergenti e professionali (diplomati, laureati, dirigenti, tecnici, commercianti, medici), Monsignor Giuseppe Casale (Presidente onorario del Centro Studi sulle Nuove Religioni), nella Lettera Pastorale Nuova religiosità e Nuova Evangelizzazione (6.3.1993), afferma che se nell’opinione di Karl Marx (1818-1883) la religione era intesa come «oppio del popolo», oggi la magia può essere considerata «l’”oppio” di una certa borghesia». Per essere completi, occorre notare che la folk magic è a sua volta suddivisibile in due sfere distinte: quella della magia popolare delle campagne e quella della magia popolare delle città. Se quest’ultima ha i tratti sopra descritti, la prima ha invece origini antichissime e non sembra per nulla intaccata dallo sforzo di evangelizzazione che cerca di portare al superamento delle superstizioni.



2. Il secondo piano è rappresentato dall’esoterismo, uno stile di pensiero che accompagna tutta la cultura occidentale a partire dagli Scritti Ermetici fino ai nostri giorni. Il termine «esoterico» viene riferito ad una dottrina che è da trasmettere segretamente all’interno di una cerchia ristretta, è l’opposto di «essoterico», aggettivo attribuito in genere alle grandi religioni, che non presentano rivelazioni segrete ed hanno invece un carattere pubblico. Spesso la visione esoterica è anche gnostica, proclama cioè che la salvezza si ottiene attraverso la conoscenza e non come dono. L’esoterismo ha largamente influenzato la cultura occidentale: la filosofia di Hegel (1770-1831), ma anche la psicanalisi di Freud (1856-1939) e Jung (1875-1961) ne risultano ampiamente debitrici. La tradizione esoterica continua ad esercitare un notevole fascino su molte persone particolarmente di formazione «laica» ed è stata diffusa da alcune correnti della massoneria e da alcuni opere di autori come il russo George Ivanovitch Gurdjieff (1866 o 1874-1949). Questi ha esercitato un’influenza particolare sul New Age[6] ed ha riassunto la sua visione del mondo nell’enneagramma[7], un simbolo a nove punte che spesso viene impropriamente presentato come derivante dalla tradizione mistico-musulmana (sufi), tuttavia nessuna dimostrazione o ricerca storica appare convincente in tal senso, in quanto viene puntualmente smentita dagli storici. L’enneagramma, che per Gurdjieff era piuttosto un simbolo generale dell’uomo e del cosmo, è utilizzato come strumento di classificazione dei «tipi psicologici» umani, grazie soprattutto all’Istituto Arica di Oscar Ichazo e alla psicologia di Claudio Naranjo ed è molto popolare anche negli ambienti cattolici americani ed italiani (grazie ad una certa stampa cattolica che lo ha ampiamente diffuso). Questo strumento rischia di influenzare seriamente la vita delle persone che ad esso si affidano per compiere delle scelte: una volta individuati i «tipi», infatti, il metodo psicologico e spirituale dell’enneagramma si occupa delle relazioni fra questi. Così, chi crede in questa tecnica – che nel suo procedere rivela le sue origini – se è classificato come «tipo uno» cercherà di evitare di sposare una «quattro», solo perché le conclusioni arbitrarie dell’enneagramma preannuncerebbero disastri... Non mancano le reazioni contro l’utilizzo dell’enneagramma cattolico da parte degli studiosi: queste fanno perno sulla derivazione dello stesso ed insistono quindi sull’impossibilità di conciliare il cattolicesimo con la tradizione esotero-occultista. Una volta riconosciuta la vera origine dell’enneagramma, però, il discorso non è ancora chiuso: si pone infatti la questione di separare la tecnica – utilizzata per leggere il carattere delle persone – dalla dottrina che, in quanto esoterica, è inconciliabile con il cristianesimo. Tuttavia, le tecniche tratte dall’ambito esoterico sono influenzate dallo gnosticismo (abbiamo accennato alla componente gnostica dell’esoterismo); sulla difficoltà di conciliare le tecniche orientali ed anche gnostiche con il cristianesimo si sofferma un Documento della Congregazione per la Dottrina della Fede del 15 ottobre 1989, la Lettera ai vescovi della Chiesa Cattolica su alcuni aspetti della meditazione cristiana. Credo che le considerazioni svolte a proposito dell’enneagramma possano essere applicate, con opportuni adattamenti, anche ad altri casi in cui, soprattutto grazie all’influsso del New Age, si tenta di inserire elementi derivanti dalla tradizione magica in ambito cattolico.



3. Esiste, infine, un terzo piano in cui può essere suddiviso il mondo della magia. Contemporaneamente allo sviluppo dei nuovi movimenti religiosi, assistiamo alla crescita anche di nuovi movimenti magici che si collocano tra la cultura esoterica e la magia popolare. Il rapporto tra il mondo delle cartomanti e degli indovini e i loro clienti, che li consultano solamente per chiedere incantesimi, guarigioni e «profezie» in cambio di danaro, senza però essere coinvolti attivamente dalle pratiche degli addetti, appartiene ancora al primo piano, quello della magia popolare, e non va confuso con la diversa realtà dei nuovi movimenti magici. Quindi non è corretto affermare, basandosi unicamente sul numero dei clienti dei maghi a pagamento, che gli italiani aderenti ai movimenti magici sono milioni. I nuovi movimenti magici interessano attivamente in Italia solo alcune migliaia di persone (lo 0,5% della popolazione, mentre l’1% appartiene a qualche nuovo movimento religioso).



I nuovi movimenti magici[8] si distinguono dalla magia popolare per la struttura sociologica che li caratterizza e che presuppone l’esistenza di una gerarchia, una sede, un codice di comportamento ed un insieme di credenze che accomuna gli adepti. Questi nuovi movimenti magici possono essere classificati secondo un’ottica sociologica utilizzando lo stesso sistema adottato per i nuovi movimenti religiosi, anche se i primi differiscono da questi ultimi in modo significativo data la differenza sostanziale che esiste fra religione e magia. Il criterio di classificazione più valido è dunque quello proposto da Massimo Introvigne, per cui anche per i nuovi movimenti magici possiamo delineare quattro fasi significative, che permettono in un certo senso di mettere in luce non solo in una prospettiva sociologica ma anche teologica la realtà dei nuovi movimenti magici.
Se per i nuovi movimenti religiosi nella prima fase si parla di rifiuto della Chiesa, secondo la formula «Cristo sì, Chiesa no», per i nuovi movimenti magici si deve piuttosto vedere una volontà di sostituirsi alla Chiesa mediante l’affermazione «noi siamo la Chiesa». Fanno parte di questa categoria una varietà di movimenti magici che pretendono di avere origine da iniziazioni risalenti a Mosè, a Salomone e ai Druidi e tramandate dai maestri di generazione in generazione; vantando così un’antichità, peraltro storicamente non documentata, superiore a quella della Chiesa Cattolica. In questo contesto si collocano anche le cosiddette «massonerie di frangia», che si situano alla periferia della tradizione massonica, ma hanno talvolta contatti con il centro. Fin dalle origini la massoneria maggioritaria è stata accompagnata da «massonerie di frangia» più interessate all’occulto.



Nella seconda fase sono collocati i movimenti magici dello spiritismo. Essi hanno la pretesa di appropriarsi delle prerogative uniche del Cristo. Se per i nuovi movimenti religiosi nella seconda fase si nega Cristo, qui invece si afferma: «noi siamo il Cristo, in quanto come lui esercitiamo poteri sugli spiriti, sulle malattie e abbiamo il potere della profezia sugli avvenimenti futuri.



La terza fase riguarda l’occultismo propriamente detto, dove si praticano vere e proprie cerimonie magiche (magia cerimoniale) finalizzate all’ottenimento di una serie articolata di poteri. Se la formula usata per i nuovi movimenti religiosi in questa fase è «religione sì, Dio no», qui invece vi è la pretesa dell’affermazione «noi siamo Dio». La dottrina che accomuna i gruppi rientranti in questa fase – che è tenuta per lo più segreta ai molti e viene rivelata solo nei gradi più elevati – presuppone un insieme di credenze di tipo gnostico, secondo cui l’uomo, che ha in sé una «scintilla divina», è caduto da uno stato divino e spirituale in uno stato materiale da cui deve essere liberato e riportato alle condizioni originarie. Sulla formazione di questi concetti ebbe un’influenza basilare Cagliostro, che contribuì anche a codificare diversi metodi e tecniche magiche atte ad ottenere i «poteri magici». Cagliostro (1743?-1795), il cui vero nome era con ogni probabilità Giuseppe Balsamo, è una delle grandi figure dell’occultismo nel Settecento[9]. Lasciata l’Inghilterra nel 1777, dove era stato iniziato alla massoneria, soggiornò intorno al 1783 a Napoli e Lione. Legata a queste due città è la fondazione di un rito massonico, l’Alta Massoneria Egiziana. In seguito percorse l’Europa esercitando le sue doti di guaritore e aprendo logge massoniche in varie città. Cagliostro è celebre, oltre che per le sue doti magiche, anche per la prigionia (dal 1791) nella Rocca di San Leo; la condanna a morte, conseguenza della denuncia al Sant’Uffizio, per cui finì per testimoniare anche la moglie Lorenza, era infatti stata commutata nella pena del carcere a vita. Sulla prigionia si sviluppano varie leggende, fra cui quella che vorrebbe Cagliostro fuggito negli Stati Uniti d’America dove condurrebbe un’esistenza immortale. L’impadronirsi del potere stesso di Dio, comandando agli spiriti, demoni e angeli, conseguendo così l’immortalità e appropriandosi di tutti i requisiti di Dio stesso riprende nella sostanza le parole con cui il serpente (tentatore) nel racconto biblico di Genesi 3 si rivolge ai progenitori inducendoli al peccato originale: «...diventereste come Dio» (Gn 3,5).



Nella quarta fase, infine, si collocano i movimenti del satanismo, dove confluiscono comunque anche vari elementi di magia cerimoniale, tipici della terza fase. I movimenti satanisti nascono dalla delusione per non aver potuto ottenere, nonostante gli sforzi di cui alla terza fase, le capacità e i poteri di Dio. Da qui la negazione di Dio e l’adorazione del suo avversario, il diavolo.

sabato 13 settembre 2008

Pan



C'è un bambino ch'è piccino

Come uva nella vigna

C'è un bambino ch'è carino

Come un teschio che sogghigna.


Sulle gote ha un bel rossore

Sopra gli occhi stelle more

Ha manine da baciare

Con artigli per squarciare.


Tutto pieno di stupore

Va pel mondo, questo amore

Cerca altri come lui

Per condurli in luoghi bui...


Su nel cielo può volare

E anche te può trasportare

Su nel ciel, sempre più su

Per poi farti cadere giù


E tu piombi sul selciato

E capisci che ora muori

Ed il sangue che hai versato

Traccia in terra ghirigori


E poi il diavolo ti piglia

Con le ossa tutte rotte

Nelle nebbie della notte

Peter Pan è Meraviglia!


Nelle nebbie della notte...


...Peter Pan è Meraviglia!

giovedì 11 settembre 2008

Riforma controriforma Stato






La riforma scolastica... quanto ce ne sarebbe bisogno in italia.



Ora.. voi siete d'accordo con l'onorevole Germini ? voto in condotta, maestro unico e grembiule ? beh e dov'è la riforma ? questa non è una riforma, non si riforma nulla si sta solo riportando la scuola indietro di 30 anni e gia nè che siamo messi molto bene. Le pecche ? allora.. il maestro unico è una stronzata perchè se capita un'imbecille che è una capra il bambino sara sempre una capra, ma anche perche, dai è logico, una persona può essere brava in uno, massimo due campi ma non può conoscere cosi bene da insegnare tutte le materie è umanamente impossibile e questo portera quei ragazzini ad avere lacune spaventose, ma si sà che lo studente non conta un cazzo e manco l'insegnate quindi, visto che i politici non vogliono gente in grado di pensare, perche dare fondi alla scuola tanto poi se uno proprio deve ci sono le loro scuole private no? ci avevate pensato ? berlusconi sono anni che con la destra cerca di far entrare nello stato maggiori fondi alle imprese private scolastiche, visto mai che questa sia la volta buona no?



Il grembiule... allora si è detto che serve per non sporcarsi... ma alle elementari gia si usa, idem all'asilo quindi... dovrebbero portarlo medie e superiori ? vi immagginate una ragtazza delle medie che sembra gia una ventenne con il grembiulino ? a parte la componente sexy non credo che le farebbe molto piacere andare in giro come una ragazzina delle elemntari, uguale per i ragazzi, ve lo immagginate uno come giovanni con il grembiulino ? credo che preferirebbe non essere nato piuttosto che andare in giro cosi vestito.



Ora il voto in condotta non è una cattiva idea, devo darne atto, ma non nel modo in cui lo usano.. perche in questo modo non si calcolano più i risultati, mettete che uno è un genio e ha tutti 10 ma è anche antipatico all'insegnate che ha la facolta di bocciarlo solo mettendogli il 5 in condotta, come si dovrebbe comportare l'alunno per non farsi bocciare, soprattutto se ha un maestro unico ? mm... no non mi piace l'idea è vero che io sono gia fuori pericolo ma perchè dovrei disinteressarmene ? perche ? per far un favore a silvio ? bah quanto vorrei che la gente capisse!! è inutile dire -ma tanto prima o poi succedera-, perchè ormai alla gente non frega più nulla, è sucube e non c'è nessuno che possa guidarla e aprirle gli occhi, non c'è più nessuno cazzo!!!! ma tanto c'è il pallone e la cara chiesa chi se ne fotte del resto...

mercoledì 10 settembre 2008

Ritorno



Sono tornato!!!!!!!!

Ho di nuovo internet stabile, posso tornare a tormentarvi e vi giuro che sarò il vostro peggiore incubo!!

Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii............

Filosofia di una Vita



Il mondo, entita fisica ed eterea, culla dell'uomo.

L'uomo è un'essere nato dal caos insieme a milioni di altri, non è speciale e non è particolare. Dotato di volontà egli ha scoperto l'evoluzione e da essa ha generato la nostra civiltà, ma animale era e Animale rimarrà. L'uomo è forte delle proprie paure e del proprio egoismo di sopravvivenza, per egoismo vive in comunità, per paura maltratta i propri compagni.

Per legge naturale c'è sempre un'animale dominante sugli altri, c'è sempre chi sta in cima alla catena alimentare ma l'uomo ha scalato quella catena ed è arrivato al suo culmine, eppure inconscio o forse dimentico di questo per poter vivere ancora nella paura e nell'egoismo ha inventato le divinità.

La divinita è un'insulto alla terra e all'uomo, nata dalla debolezza umana la porta inesorabile alla condanna. La terra madre e padre dell'uomo vive in esso e sempre lo guiderà, anche quando egli la ripudiera.

L'uomo non potendo vivere in armonia con se stesso ha sempre cercato la redenzione, per trovarla ha inventato il sapere e ad esso si è incatenato. Il sapere conduce l'uomo alla schiavitu di se stesso poiche alla base del desiderio di conoscenza egli accompagna quello del potere. Potere è rivalsa sulla natura e sugli altri, potere è dominio e dominio è schiavitu.

L'uomo è quindi nato libero della libertà della terra ed è finito schiavo del proprio io, c'è modo di tornare liberi ?

C'è

Poiche la libertà è una compagna nata con l'uomo, l'uomo le sarà sempre fedele, a suo modo. Madre terra è la chiave, padre natura la soluzione. le catene imposte all'uomo dall'uomo possono essere rotte solo da lui e solo quando lui abbandonerà paura ed egoismo. Ciò implica autoconsapevolezza del prorpio io e del proprio ruolo, tutto è in misura dell'uomo, tutto segue le sue regole.

la strada per la rottura delle catene è la sola che condurrà l'uomo oltre la Terra al Cosmo e da esso all'eternità.

martedì 9 settembre 2008

Io zombo Tu zombi Egli zomba



Giorni difficili quelli di oggi...


(Tutti per valeria :)

1 semplice gioco d'abilità:


Ci sono 5 case di 5 colori differenti.

- In ogni casa vive una persona di diversa nazionalità.-

Queste 5 persone bevono una certa bibita, fumano
una certa marca di sigarette ed hanno un tipo di
animale.- Nessuno ha lo stesso animale, fuma le stesse
sigarette o beve la stessa bibita.


INDIZI:1. L'inglese vive nella casa rossa.2. Lo Svedese ha cani.3. Il Danese beve tè.4. La casa verde è a sinistra della bianca.5. L'abitante della casa verde beve caffè6. La persona che fuma Marlboro alleva uccelli.7. L'abitante della casa gialla. fuma Dunhill.8. L'abitante della casa al centro beve latte.9. Il Norvegese vive nella prima casa.10. La persona che fuma Blend vive accanto a quella che ha gatti.11. La persona che ha cavalli vive accanto a quella che fuma Dunhill.12. La persona che fuma Camel beve birra.13. Il tedesco fuma Pall Mall14. Il Norvegese vive accanto alla casa blu15. La persona che fuma Blend ha un vicino che beve acquaLA DOMANDA E':Chi ha i pesci?



2°Quiz logico:

Durante un'udienza in tribunale, una donna mostra la prova incontrovertibile che suo marito è stato assassinato da sua sorella.Il giudice dichiara, "Questo è il caso più strano che mi sia mai capitato. Sebbene l'accusa sia confermata dall'omicida, questa donna non potrà essere punita!"
Come fù possibile una conclusione del genere ?


3°Quiz logico:


Un uomo si addormenta mentre è in chiesa e sogna di essere coinvolto nella presa della Bastiglia durante la rivoluzione francese del 14 luglio 1789; nel sogno viene catturato e condannato a morte per decapitazione.Mentre vede scendere la mannaia sul suo collo, la moglie, che in chiesa siede al suo fianco, si accorge che sta dormendo e gli dà un colpetto piuttosto brusco con il suo ventaglio fra collo e nuca e quel colpetto lo uccide all'istante!
Mi hanno riferito questo fatto assicurandomi che trattasi di una storia vera, ma non può esserlo. Perché ?


4°quiz di logica:


Il sig. Jack Smith, durante un primo interrogatorio per un caso di omicidio svolto in loco afferma: "Stavo camminando sulla battigia, ascoltando il rumore delle onde e guardando il mio aquilone che prendeva quota laggiù sul mare aperto, quando sono letteralmente inciampato nel cadavere, tanto che mi sono fatto sfuggire di mano il filo. Poi ho telefonatosubito alla polizia col mio cellulare".A quel punto l'ispettore di polizia, dopo aver buttato della cenere di sigaro sulla spiaggia non lontano dal cadavere, vide le classiche impronte di un gabbiano che si dirigevano verso il mare. "L'uccello deve averle lasciate non più tardi di 20 minuti fa altrimenti la marea le avrebbe già cancellate", pensò fra sé."E a proposito", disse a Smith, "Dov'è finito ora il suo aquilone?". "Chissà" rispose l'uomo. "Dopo aver perso il filo l'ho visto andare sempre più verso il mare aperto, spinto dal vento"."Ma ora il mare è calmo e non c'è neanche un alito di vento", notò l'ispettore."Sì, è vero, il vento si è calmato poco prima che arrivaste voi" ribatté Smith."Venga un po' qui" disse a questo punto l'ispettore. "Lei ha il diritto di fare una telefonata al suo avvocato. E non deve dispiacersi se ha perso il suo aquilone. Nel cortile del carcere è difficile farli volare".
Perché l'ispettore è convinto che Smith sia comunque implicato nell'omicidio ?

giovedì 4 settembre 2008

Indovinelli




Per Tiziano:


As I went through the garden gap,

who should I meet but Dick Red-cap!

A stick in his hand

a stone in his throat,

if you'll tell me this riddle

I'll give you a groat.


Per Luigi:


Luigi non ce l'ha nessuna,

Carlo ce n'ha solo una,

due ce n'ha Romeo,

e ce n'ha tre Bartolomeo.

Quattro ce n'ha Topolino

in coppia con Paperino.

Che cos'è? Chi indovina

o è Re o è Regina.


Per Matteo:

Alto, altin

cavallo de San Martin,

più alto che andava,

più cielo toccava.


Per Pantera:


A Germano serve anche per cacciare,

e gli serve anche per guidare,

ma la patente non è.

Tu lo sai che cosa è?

Ce n'ha due ogniuno,

non ce n'ha tre nessuno,

nemmeno il Re.

Tu lo sai che cosa è?

Qui mano a mano che leggerai,

tre ne troverai.


(Attendo le vostre risposte. Per gli altri metterò qualcosa successivamente)

martedì 2 settembre 2008

29/09/1988



Il 29 settembre è il 272° giorno del calendario gregoriano (il 273° negli anni bisestili). Mancano 93 giorni alla fine dell'anno.


Eventi


61 a.C. - Pompeo celebra il suo terzo trionfo, per le vittorie sui pirati e la fine delle Guerre Mitridatiche
440 - Leone I diventa Papa
490 - Prima apparizione di San Michele Arcangelo sul monte Gargano
855 - Benedetto III diventa Papa
1066 - Guglielmo il Conquistatore invade l'Inghilterra
1222 - Viene ufficialmente istituita l'Università degli studi di Padova
1364 - Battaglia di Auray - gli inglesi sconfiggono i francesi in Bretagna; fine della Guerra di successione bretone
1520 - Solimano, figlio di Selim I, diventa sultano dell'Impero Ottomano.
1567 - Durante una cena, il Duca di Alva arresta il Conte di Egmont e il conte di Horne per tradimento
1789 - Il Dipartimento della guerra degli Stati Uniti istituisce il primo esercito regolare, forte di diverse migliaia di uomini
1799 - I napoletani riprendono Roma, ammainando definitivamente la bandiera repubblicana (nero-bianco-rosso) istituita oltre un anno prima
1829 - Le riorganizzate forze di polizia di Londra entrano in servizio, diverranno in seguito note come Scotland Yard
1864 - Battaglia di New Market Heights
1877 - Ad Aversa si chiude il secondo congresso della Società Freniatrica Italiana, apertosi il 24 settembre
1899 - Costituita la STFER (Società Tramvie e Ferrovie Elettriche Roma)
1902 - Apre il primo teatro di Broadway, dell'impresario David Belasco
1918
Prima guerra mondiale: gli Alleati spezzano la Linea Hindenburg
Prima guerra mondiale: la Bulgaria capitola
1936 - Francisco Franco instaura un regime dittatoriale in Spagna
1938 - Regno Unito e Francia, Germania e Italia, firmano l'Accordo di Monaco, che permette alla Germania di occupare i Sudeti, una regione della Cecoslovacchia
1941 - Massacro di Babi Yar
1943 - Il Generale statunitense Dwight D. Eisenhower e il maresciallo italiano Pietro Badoglio firmano l'armistizio lungo a bordo della nave britannica Nelson, al largo della costa di Malta
1944
Le truppe dell'Unione Sovietica entrano in Jugoslavia;
Strage di Marzabotto
1961 - Il quotidiano The New York Times pubblica una recensione di un cantautore allora poco conosciuto di Robert Shelton. Sarà questa critica a far conoscere John Hammond e Bob Dylan, che poi stipulerà un contratto con la Columbia Records
1962 - È lanciato il primo satellite canadese, l'Alouette 1
1963 - Si apre la seconda fase del Concilio vaticano secondo
1964 - Mafalda, la famosa striscia a fumetti del cartoonist Argentino Quino, appare per la prima volta sui giornali
1967 - Cerimonia innaugurale nella Basilica Vaticana sotto Papa Paolo VI per il Sinodo dei Vescovi
1972 - Relazioni Cino-Giapponesi: Il Giappone stabilisce relazioni diplomatiche con la Repubblica Popolare Cinese, dopo aver rotto i legami ufficiali con la Repubblica Cinese
1973
La Nazionale italiana di calcio batte la Svezia per 2 a 0.
La benzina vede un' aumento di 23 lire al litro, ed il gasolio di 4 lire al litro
1974
L'IRA dirotta un aereo civile per bombardare una caserma dell'Ulster, azione fallita
Francesco Moser vince a tavolino la Parigi-Tours grazie alla squalifica del tedesco Gerben Karstens per tentata frode ai controlli anti-doping
1979
Martin Scorsese ed Isabella Rossellini si sposano.
Papa Giovanni Paolo II è il primo papa a visitare l'Irlanda
1985 - Pubblicato il primo episodio di MacGyver
1988 - La NASA riprende i voli dello space shuttle, bloccati dopo il disastro del Challenger
1995 - Il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ammette pubblicamente per la prima volta l'esistenza della base segreta militare denominata Area 51
1996 - La Nintendo of America lancia negli Stati Uniti il rivoluzionario videogioco di tipo platformer Super Mario 64 per il Nintendo 64, una loro console
2001
Cessa la pubblicazione del Syracuse Herald-Journal, un giornale americano in esistenza sin dal 1839.
Pubblicato sul Corriere della Sera l'articolo La rabbia e l'orgoglio di Oriana Fallaci
2002 - Il Card. Dionigi Tettamanzi celebra il suo ingresso solenne nell' Arcidiocesi di Milano
2004 - L'asteroide Toutatis passa a circa 1,5 milioni di chilometri dalla Terra: non si avvicinava così tanto dal 1353
2007 - Prima TV italiana del DCOM (Disney Channel Original Movie): "High School Musical 2" sul canale di Sky "Disney Channel"

Nati


1276 - Cristoforo II di Danimarca, sovrano danese († 1332)
1402 - Fernando il Santo, sovrano portoghese († 1443)
1518 - Tintoretto, pittore italiano († 1594)
1547 - Miguel de Cervantes, scrittore spagnolo († 1616)
1548 - Guglielmo V di Baviera, duca tedesco († 1626)
1571 - Michelangelo Merisi da Caravaggio, pittore italiano († 1610)
1640 - Antoine Coysevox, scultore francese († 1720)
1648 - Michelangelo Garove, architetto e urbanista italiano († 1713)
1673 - Jacques Hotteterre, flautista e compositore francese († 1763)
1703 - François Boucher, pittore francese († 1770)
1743 - Antonio Cagnoli, diplomatico, astronomo e matematico italiano († 1816)
1758 - Horatio Nelson, ammiraglio britannico († 1805)
1765 - Karl Ludwig Harding, astronomo tedesco († 1834)
1799 - Michele Viale Prelà, arcivescovo cattolico e cardinale italiano († 1860)
1803 - Jacques Charles François Sturm, matematico francese († 1855)
1804 - Giovanni Carnovali, pittore italiano († 1873)
1813 - Filippo Andrea Doria Pamphili, politico italiano († 1876)
1820 - Enrico, conte di Chambord († 1883)
1830 - Giacomo Armò, politico italiano († 1909)
1833 - Henri Chapu, scultore francese († 1891)
1838 - Henry Hobson Richardson, architetto statunitense († 1886)
1841 - Enrico Bevignani, direttore d'orchestra, compositore e impresario teatrale italiano († 1903)
1844 - Miguel Juárez Celmán, politico argentino († 1909)
1855 - Paul Émile Appell, matematico francese († 1930)
1857 - Alessandro Luzio, giornalista e storico italiano († 1946)
1864 - Miguel de Unamuno, filosofo, scrittore e drammaturgo spagnolo († 1936)
1867 - Walther Rathenau, politico tedesco († 1922)
1875 - Henrik Lund, prete e pittore groenlandese († 1948)
1876 - Gaetano Scorza, matematico italiano († 1939)
1879 - Alexandre Jacob, anarchico francese († 1954)
1880 - Massimo Boario, compositore italiano († 1956)
1881 - Ludwig von Mises, economista austriaco († 1973)
1895
Harold Hotelling, statistico statunitense († 1973)
Joseph Rhine, psicologo e parapsicologo statunitense († 1980)
1898 - Trofim Denisovič Lysenko, agronomo e biologo sovietico († 1976)
1899 - László József Bíró, inventore ungherese († 1985)
1901 - Enrico Fermi, fisico italiano († 1954)
1902
Anna Maria Brizio, storica dell'arte italiana († 1982)
Mikel Koliqi, cardinale albanese († 1997)
Miguel Alemán Valdés, politico messicano († 1983)
1904 - Greer Garson, attrice britannica († 1996)
1907 - Gene Autry, attore e cantante statunitense († 1998)
1909
Vasco Bergamaschi, ciclista italiano († 1979)
Herbert Lange, militare tedesco († 1945)
1910 - Aldo Donati, calciatore italiano
1912 - Michelangelo Antonioni, regista italiano († 2007)
1913
Trevor Howard, attore inglese († 1988)
Stanley Kramer, regista e produttore cinematografico statunitense († 2001)
Silvio Piola, calciatore e allenatore di calcio italiano († 1996)
1919 - Vladimír Vašíček, pittore ceco († 2003)
1920 - Peter D. Mitchell, biochimico britannico († 1992)
1922
Marina Berti, attrice italiana († 2002)
Lizabeth Scott, attrice statunitense
1927 - Umberto Manfrin, autore di fumetti italiano († 2005)
1930
Cesare Barbetti, attore e doppiatore italiano († 2006)
Richard Bonynge, direttore d'orchestra australiano
Colin Dexter, scrittore britannico
Giulio Savoini, ex calciatore e allenatore di calcio italiano
1931 - Anita Ekberg, attrice svedese
1932
Robert Benton, regista e sceneggiatore statunitense
Richard Herd, attore statunitense
1934
Stuart M. Kaminsky, scrittore, sceneggiatore e giornalista statunitense
Oscar Massei, ex calciatore e allenatore di calcio argentino
Franco Voltaggio, filosofo e storico della scienza italiano
1935 - Jerry Lee Lewis, pianista statunitense
1936 - Silvio Berlusconi, politico e imprenditore italiano
1939
Jim Baxter, calciatore britannico († 2001)
Wim Kok, politico olandese
Rhodri Morgan, politico gallese
1940 - Nicola Di Bari, cantautore italiano
1942
Felice Gimondi, ciclista italiano
Madeline Kahn, attrice statunitense († 1999)
Donna Leon, scrittrice statunitense
Bill Nelson, politico statunitense
1943
Mohammad Khatami, filosofo e politico iraniano
Wolfgang Overath, ex calciatore e dirigente sportivo tedesco
Lech Wałęsa, politico polacco
1944 - Marina Lotar, attrice pornografica svedese
1945 - Andrea Valdinoci, allenatore di calcio italiano
1946
Franco Corleone, politico italiano
Agostino Formica, scrittore e saggista italiano
Jeff Wall, fotografo canadese
Ian Wallace, batterista inglese († 2007)
1947 - Gustavo Pignero, agente segreto italiano († 2006)
1948 - Theo Jörgensmann, clarinettista e compositore tedesco
1950
Loretta Goggi, cantante, attrice e imitatrice italiana
Maurilio De Zolt, sciatore nordico italiana
1951
Michelle Bachelet, politica cilena
Pier Luigi Bersani, politico italiano
Maureen Caird, atleta australiana
1954
Gerónimo Barbadillo, ex calciatore peruviano
Júnior, ex calciatore brasiliano
Geoffrey Marcy, astronomo statunitense
Bruno Sarda, autore di fumetti italiano
1955 - Giuseppe Drago, politico italiano
1956 - Sebastian Coe, atleta, politico e dirigente sportivo britannico
1957
Andrew Dice Clay, attore e musicista statunitense
Massimo Corizza, doppiatore italiano
Harald Schmid, ex atleta tedesco
1958 - Giuliano Giuliani, calciatore italiano († 1996)
1959
Carlos Cardús, ex motociclista spagnolo
Raf, cantautore italiano
1961
Norberto Bocchi, giocatore di bridge italiano
Rolando Fontan, politico italiano
1962
Luigi Ciavardini, ex terrorista italiano
Néstor Clausen, ex calciatore argentino
1963
Les Claypool, bassista e cantante statunitense
Margherita Coluccini, politica italiana
Pietro Maiellaro, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
1964
Taime Downe, cantante statunitense
Tom Sizemore, attore statunitense
1965 - Boris Izaguirre, scrittore e conduttore televisivo venezuelano
1966
Giuseppe Galliano, informatico, imprenditore e produttore televisivo italiano
Paolo Ranzani, fotografo italiano
Fabio Viviani, ex calciatore e allenatore di calcio italiano
1967
Éva Dónusz, canoista ungherese
Pietro Vitalini, sciatore alpino italiano
1968
Matt Goss, musicista inglese
Alex Skolnick, chitarrista statunitense
1969
Maurizio D'Angelo, ex calciatore italiano
Erika Eleniak, modella e attrice statunitense
Ivica Vastić, calciatore austriaco
1970
Vladimir Balić, calciatore croato
Marco Falaguasta, attore, commediografo e regista italiano
1971
Mackenzie Crook, attore cinematografico britannico
Giampiero Maini, calciatore italiano
Lilian Nalis, calciatore francese
Theodore Shapiro, compositore statunitense
Bruno Traverso, liutaio italiano
1972 - Chiara Geronzi, giornalista italiana
1973 - Gregorio Lavilla, motociclista spagnolo
1974 - Giovanni Indiveri, calciatore italiano
1975
Albert Celades, calciatore spagnolo
Jörgen Pettersson, calciatore svedese
1976
Mark Edusei, calciatore ghanese
Obsession, attrice pornografica statunitense
Óscar Sevilla, ciclista spagnolo
Andrij Ševčenko, calciatore ucraino
1978 - Karen Putzer, sciatrice alpina italiana
1980
Răzvan Florea, nuotatore rumeno
Christian Walcher, hockeista su ghiaccio italiano
1982
Brigitta Bulgari, attrice pornografica ungherese
Matt Giteau, rugbysta australiano
Margherita Rigon, golfista italiana
1984
Rune Jarstein, calciatore norvegese
Per Mertesacker, calciatore tedesco
1985
Daniel Pedrosa, motociclista spagnolo
DaShaun Wood, cestista statunitense
1986 - Keeley Hazell, modella inglese
1988
Samuel Di Carmine, calciatore italiano
Kevin Durant, cestista statunitense
Giulia Elettra Gorietti, attrice italiana

Cacchione Livio, Studente Universitario
1989 - Andrea Poli, calciatore italiano

Morti


1267 - Giovanni di Borgogna-Borbone, nobile francese (n. 1231)
1484 - San Giovanni da Dukla, religioso e santo polacco (n. 1414)
1492 - Domenico Gagini, scultore italiano
1494 - Angelo Poliziano, scrittore, umanista e drammaturgo italiano (n. 1454)
1560 - Gustavo I di Svezia, sovrano svedese (n. 1496)
1637 - San Lorenzo Ruiz, missionario filippino
1703 - Charles de Marguetel de Saint-Denis de Saint-Evremond, scrittore francese (n. 1610)
1802
August Johann Georg Karl Batsch, botanico e medico tedesco (n. 1761)
Michelangelo Luchi, cardinale italiano (n. 1744)
1833 - Ferdinando VII di Spagna, sovrano spagnolo (n. 1784)
1839 - Friedrich Mohs, mineralogista tedesco (n. 1773)
1851 - Paul-Thérèse-David d'Astros, cardinale francese (n. 1772)
1854 - Armand Jacques Leroy de Saint-Arnaud, militare francese (n. 1801)
1861 - Tekla Badarzewska, compositrice polacca (n. 1834)
1876 - Giacinto Gigante, pittore italiano (n. 1806)
1883 - Victor-Auguste-Isidore Dechamps, cardinale francese (n. 1810)
1884 - Eugène Bourdon, ingegnere francese (n. 1808)
1890 - Alphonse Karr, giornalista e scrittore francese (n. 1808)
1902 - Émile Zola, giornalista e scrittore francese (n. 1840)
1910 - Winslow Homer, pittore e illustratore statunitense (n. 1836)
1917 - Antonino Cascino, militare italiano (n. 1862)
1920 - Michele Rajna, matematico e astronomo italiano (n. 1854)
1923 - Alberto Favara, etnomusicologo e compositore italiano (n. 1863)
1925 - Léon Bourgeois, politico francese (n. 1851)
1927 - Willem Einthoven, fisiologo olandese (n. 1860)
1930 - Il'ja Efimovič Repin, pittore e scultore russo (n. 1844)
1937
Ray Ewry, atleta statunitense (n. 1873)
Ernst Hoppenberg, nuotatore tedesco (n. 1878)
1944
Mario Musolesi, partigiano italiano (n. 1914)
Augustus Phillips, attore statunitense (n. 1874)
1950
Robert Clark, biologo ed esploratore scozzese (n. 1882)
Abel Hermant, scrittore francese (n. 1862)
1953 - Ettore Colombo, imprenditore italiano (n. 1891)
1955 - Petru Giovacchini, medico italiano (n. 1910)
1956 - Anastasio Somoza García, politico nicaraguense (n. 1896)
1973 - Wystan Hugh Auden, poeta britannico (n. 1907)
1974 - Erich Kästner, scrittore, sceneggiatore e poeta tedesco (n. 1899)
1978 - Giuseppe Arcaini, politico italiano (n. 1901)
1979 - Francisco Macías Nguema, politico equatoguineano (n. 1924)
1980 - Piero Pisenti, politico italiano (n. 1887)
1981 - Bill Shankly, calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo britannico (n. 1913)
1987 - Luigi Palumbo, giornalista italiano (n. 1921)
1989 - Jean-Louis Tixier-Vignancour, politico francese (n. 1907)
1990 - Raffaele Forni, vescovo cattolico svizzero (n. 1906)
1993 - Gordon Douglas, regista statunitense (n. 1907)
1996 - Endo Shūsaku, scrittore giapponese (n. 1923)
1997 - Roy Lichtenstein, pittore statunitense (n. 1923)
2005 - Yuri Sapega, pallavolista bielorusso (n. 1965)
2006
Cataldo Naro, arcivescovo cattolico italiano (n. 1951)
Louis-Albert Vachon, cardinale e arcivescovo cattolico canadese (n. 1912)
2007
Lois Maxwell, attrice canadese (n. 1927)
Gyula Zsivótzky, atleta ungherese (n. 1937)

Mel

Vita Eterna

.mid">