martedì 2 settembre 2008

é finita amici miei, Come il Fiume che Scorre



Sono arrabbiato, sono veramente molto arrabbiato e deluso.



Essere come il fiume che scorre silenzioso nella notte, senza temere le tenebre. Se ci sono stelle nel cielo, rifletterle. E se i cieli si riempiono di nubi, così come il fiume, le nubi sono d'acqua; riflettere anch'esse, senza timore, nelle tranquille profondità.


-Paulo Coelho-

3 commenti:

Guimi ha detto...

Bisognerebbe cercare di non arrabbiarsi mai troppo. C'è un doppio spreco di energia: quella per arrabbiarsi e quella per ritornare sereni.

[bellissime foto]

sinistro ha detto...

Lo sò ma non è mai facile se tieni veramente a qualcosa.
Grazie

PAOLO SANTANGELO ha detto...

La Vita,
un fiume
di sangue incessante
che entra in materia
di goccia,
spruzzata per caso
sul bordo dai gorghi;
e, poi, lenta si essicca
cominciando a finire,
prima rossa,
in polvere nera.

Cosa è umano
il calendario
la convenzione tempo:
lunga sequela
di cifre
del passato prossimo
remoto. . .ricordo,
del domani venturo
paura d’ ignoto
o di speranza . . .

Settembre,
Autunno,
Inverno
della goccia
di sangue che coagula
e rapprende
ed esplode,
in mille granuli, oltre i cieli,
dal buio nella luce
o, viceversa,
in altri stàdi e forze. . .
. . .il corpo umano
disperso sgretolato, dall’anima
distacco, conclude il suo
destino dove. . .
non c’ è vento, né luogo, né tempo.

Paolo Santangelo

Mel

Vita Eterna

.mid">