giovedì 11 settembre 2008

Riforma controriforma Stato






La riforma scolastica... quanto ce ne sarebbe bisogno in italia.



Ora.. voi siete d'accordo con l'onorevole Germini ? voto in condotta, maestro unico e grembiule ? beh e dov'è la riforma ? questa non è una riforma, non si riforma nulla si sta solo riportando la scuola indietro di 30 anni e gia nè che siamo messi molto bene. Le pecche ? allora.. il maestro unico è una stronzata perchè se capita un'imbecille che è una capra il bambino sara sempre una capra, ma anche perche, dai è logico, una persona può essere brava in uno, massimo due campi ma non può conoscere cosi bene da insegnare tutte le materie è umanamente impossibile e questo portera quei ragazzini ad avere lacune spaventose, ma si sà che lo studente non conta un cazzo e manco l'insegnate quindi, visto che i politici non vogliono gente in grado di pensare, perche dare fondi alla scuola tanto poi se uno proprio deve ci sono le loro scuole private no? ci avevate pensato ? berlusconi sono anni che con la destra cerca di far entrare nello stato maggiori fondi alle imprese private scolastiche, visto mai che questa sia la volta buona no?



Il grembiule... allora si è detto che serve per non sporcarsi... ma alle elementari gia si usa, idem all'asilo quindi... dovrebbero portarlo medie e superiori ? vi immagginate una ragtazza delle medie che sembra gia una ventenne con il grembiulino ? a parte la componente sexy non credo che le farebbe molto piacere andare in giro come una ragazzina delle elemntari, uguale per i ragazzi, ve lo immagginate uno come giovanni con il grembiulino ? credo che preferirebbe non essere nato piuttosto che andare in giro cosi vestito.



Ora il voto in condotta non è una cattiva idea, devo darne atto, ma non nel modo in cui lo usano.. perche in questo modo non si calcolano più i risultati, mettete che uno è un genio e ha tutti 10 ma è anche antipatico all'insegnate che ha la facolta di bocciarlo solo mettendogli il 5 in condotta, come si dovrebbe comportare l'alunno per non farsi bocciare, soprattutto se ha un maestro unico ? mm... no non mi piace l'idea è vero che io sono gia fuori pericolo ma perchè dovrei disinteressarmene ? perche ? per far un favore a silvio ? bah quanto vorrei che la gente capisse!! è inutile dire -ma tanto prima o poi succedera-, perchè ormai alla gente non frega più nulla, è sucube e non c'è nessuno che possa guidarla e aprirle gli occhi, non c'è più nessuno cazzo!!!! ma tanto c'è il pallone e la cara chiesa chi se ne fotte del resto...

5 commenti:

Cecilia ha detto...

secondo me da un aparte sarebbe anche giusto far mettere la divisa alle medie o alle superiori, perchè certe vengono vestite come puttane o mettono in imbarazzo chi non si può permettere capi costosi (perchè di marca, poi possono anche far cagare).

un giorno una truzzona della classe mia (che ha sempre gli stessi jeans e al massimo si cambia 4 maglie a settimana ma... badate bene, sono di cavalli, dieggì e versace) se ne esce ad una che ha un pò di problemi economici:
'guarda cioè, io non so come fai c'èèè.... a compratte i vestiti al mercato... cioè a me me farebbe schifo pure toccalli... c'èèè la mia è tipo na malattia pelle cose de marca, però non ce posso fà niente... io no'o so te come fai, c'èèè...'

(quel giorno, oltre al mio rispetto verso di lei tenuto fino a quel momento, morì anche l'ultimo brandello di italiano rimasto in circolazione)

ah, la truzzona è pure incinta!

Anonimo ha detto...

Turgido! più è turgido meglio è!

sinistro ha detto...

su una DIVISA sarei d'accordo ma il sunto non era quello, questi ci rifilano palliativi come il riuso del grembiule per far vedere che hanno fatto una riforma quando invece dovrebbero demolire la società scolastica e ricostruirla tutta da capo, non funziona non è più adata ai nosri tempi. Purtroppo però a loro non frega nulla perche devo mandare avanti le loro aziende private, ci stiamo sempre più setorializzando, le ferrovie stanno diventando una società privata, le linee aeree anche, tra poco avremo lo stato privato e allora ogniuno fara come gli pare, secondo me arriverà il giuorno in cui lo stato sara rappresentato da una grande azienda multinazionale privata in cui il popolo dovra solo consumare consumare e consumare fino alla morte, ed i poveri, coloro i quali non avranno i soldi per consumare vivranno da rifiuti umani in un mondo tossico fatto di ferro e cemento. è apocalittico questo scenario ma rende in pieno l'atteggiamento che ha preso piede da un pò di tempo a questa parte, la gente non pensa hai propri diritti, non reagisce è passiva, subisce e questo mi fà rabbia perche senza volontà d'agire questa gente può fare come gli pare, va bene parlare, denunciare, scrivere e raccontare ma bisogna anche agire, buttarsi nella mischia e ferire, farsi vedere attivi e combattivi.

sinistro ha detto...

scusate gli errori ma ho scritto di fretta.

fungo ha detto...

Lo scopo dello stato è quell odi creare nuove generazioni ancora piu ignoranti della nostra.
L'ignoranza è necessaria alla costruzione di ogni dittatura, dichiarata e non.
Il fascismo è il passo successivo all'ignoranza.

Comunque, Liviuccio caro, concordo con te al 100%.

Mel

Vita Eterna

.mid">