venerdì 24 ottobre 2008

Er Commercio Libbero




Bbè' ? Ssò pputtana, venno la mi' pelle:

Fo la miggnotta, sì, sto ar cancelletto:

Lo pijjo in cuello largo e in cuello stretto:

C'è ggnent'antro da dì ? Che ccose bbelle!


Ma cce sò stat'io puro, sor cazzetto,

Zitella com'e ttutte le zitelle:

E mmò nun c'è cchi avanzi bajocchelle

Su la lana e la pajja der mi' letto.


Sai de che mme laggn'io ? nò dder mestiere,

Che ssarìa bbell'e bbono, e cquanno bbutta

Nun pò ttrovasse ar monno antro piascere.


Ma de ste dame che stanno anniscoste

Me laggno, che, vvedenno cuanto frutta

Lo scortico, sciarrubbeno le poste.


-Roma, 16 Dicembre 1832-

(Questo è l'ultimo post di questo mese, è dedicato alla Carfagna e alla Germini, spero vi piaccia.)

giovedì 23 ottobre 2008

Sono capitato tra i brigatisti, il simbolo di ingegneria in questi giorni è la stella rossa




Ok, Oggi ho fatto un bel giro, ho sistemato un pò di cose e son rimasto ad ascoltare l'assemblea contro il decreto legge133, le cose che mi sono piaciute sono state l'intervento della professoressa di diritto che ha spiegato bene le cose e la grande partecipazione, per il resto si può migliorare, una cosa che ho proposto oggi è stato l'utilizzo attivo dei mezzi d'informazione, quelli importanti come la RAI, non capisco perche il ministro debba essere ascoltato gratis in prima serata mentre gli studenti ed i prof. si devono accontentare delle reti, nel buono, secondarie, nel cattivo di terz'ordine.

Comunque mi son fatto un quadro chiaro e preciso, ed è bene, nelle prossime assemble proporrò altro. Poi ho incontrato il buon francescooh, praticamente andiamo all'Uni nella stessa zona e ci sono buone possibilità di vedersi di frequente, mi ha fatto piacere rivederlo e parlare con lui, un saluto Francescooh.

Per il resto credo che forse mi connetterò solo domani o dopo domani, poi ci si risente a novembre, ah Lunedi vado a vedere due mostre a roma, una è gratis ed è della facolta, l'altra è quella di picasso, il francescooh si è detto partecipe se qualcun'altro vuole si può agregare, contattate o me o francescooh, lui sul blog. a me via telefono grazie.

Un saluto.

martedì 21 ottobre 2008

La nonna di Frederick




Non ho molto da dire, vi volevo solo informare che domani starò giu a Roma dalle 8:30 in poi e dal 3/11 tutte le mattine dalle 7:30 alle 18:00, se c'è qualcuno che, per caso, mi volesse incontrare in un momento di libertà è libero di chiamarmi, il numero lo conoscete.

Saluti

domenica 19 ottobre 2008

Ammirare l'universo negli interstizzi delle mattonelle davanti a se



Questa sera daranno -La Mummia-, il che rende l'interesse della serata, per il resto in questi giorni mi sono allenato ininterrottamente tutte le sere per circa due settimane, ora, visto che non sono collassato, e gia questo è tanto, non potevo sperare di non avere effetti collaterali che purtroppo si sono manifestati in un malessere al braccio destro che con l'avanzare della giornata si è trasformato in una quasi totale paralisi della parte destra del busto, spero che questa notte passi, credo che il problema sia sorto da una mia mala parata al calcio di un'avversario, evidentemente la botta, che a caldo non faceva male, deve aver indolenzito un pò il muscolo, questo unito all'acido lattico accumulato nella settimana a fatto quello che ha fatto.


Per gli interessati e non, il 31, l'1 e il 2 io sarò assente, causa Lucca Comics (Devo riuscire ad eludere la fila di sei km e beccare l'Ortolani alle spalle, c... almeno quest'anno voglio un suo disegno!!)


Oltre a ciò... ah si sto costruendo una Nuova bacheca per sostituire quella vecchia che purtroppo si è rotta umm... credo sia tutto, ora vò (il braccio mi fà un male cane) cia ciao.

venerdì 17 ottobre 2008

Atto di forza e il Mago Merlino



Salve salve salve,


sò che a volte scrivo troppo ma è anche un modo per distrarsi quindi è inutile che criticate questo punto perche è difficile che lo si cambi, bene oltre questo per gli appassionati di serate televisive farò un piccolo commento su -Atto di forza- film del mitico Svarzy(schwarzenegger) attuale ed insigno Governatore della California (chissa se c'è contatto con californichescion ?), e sulla mitica serie di SG1 (Stargate one), entrambi passati ieri sera sulle comode reti 4 e la7 in contemporanea e visto che a me piacevano entrambi, li ho visti in contemporanea (e da qui si chiarisce il pensiero).


allooora..


-Atto di Forza- è un mitico film degli anni 90, di genere fantascientifico è tratto da un breve racconto di Philip Dick ed ipotizza un futuro coloniale spaziale in cui la dolce natura umana del sopruso e dello sfruttamento prolifichi in armonia incontrastata, in questo dolce futuro la manipolazione mentale è all'ordine del giorno, la gente stessa invece che viaggiare preferisce innescarsi nel cervello falsi ricordi di viaggio o addirittura fare viaggi virtuali, sempre naturalmente per innesto mentale.

Da qui si capisce che gia dall'inizio non si capisce se il film sia la realtà o una mera fantasia del protagonista (e gia questo è geniale!), poi c'è la superba interpretazione di Svarzy a cui tutto si può dire tranne che non sia un bravo attore (almeno per il genere americano), un pò pompato forse ma dovevate vederlo da giovane in Konan il barbaro, lì manco riusciva a girare la testa senza girare il busto!

Oltre questo la superba sequenza di esplosioni, sangue e distruzione che solo un film americano può dare è tutto ciò che lo spettatore si può aspettare da un film di questa portata e pertanto lo può apprezzare solo vedendolo in quest'ottica (quella Americana).


Riguardo alla mitica serie dell' SG1 (Stargate one), che dire ? bisogna anche qui che piaccia il genere (sempre Americano, ma gli Americani so forti).

Devo comunque fare una forte critica, la prima serie poteva essere anche originale ed interessante, insomma immaginarsi eormi vermoni alieni che si ficcano su per non si sa dove all'interno del corpo umano impossessandosi delle menti del malcapitato poteva, in origine, essere divertente ma passare dai vermoni alieni egiziani agli asgardiani per finire ad artù ed il mago merlino mi sembra un pò una presa per i fondelli, naturalmente nulla da dire sugli effetti speciali e la fotografia ma oltre a questo se non vi piace il genere vi suggerisco calorosamente di passare oltre.


Bene Mi pare che Domenica diano qualcosa di interessante, anche se attualmente non ricordo cosa, quindi forse riscriverò domenica, grazie per l'attenzione, un Saluto.

giovedì 16 ottobre 2008

Come in Alto, cosi in Basso




Spettacolare,


Da Ieri sono entrato in pieno nei ritmi della palestra, apparte che ho una borsa che è il doppio di quelle degli altri (almeno entra tutto comodamente) e ogni volta che vado mi guardano tutti come se dovessi fare tutti i corsi della serata, per il resto non pensavo che in palestra ci fossero tante belle ragazze, il mio conceto di palestra è lavoro spacca ossa per un'ora un'ora e mezza, quindi non faccio mai molto caso a quello che indosso e spesso non capivo perche molti ci andassero vestiti a sera, ora mi ricredo, ho capito.


Fatto sta che dopo un'ora di sofferenze e bella vista, son dovuto scappare (c'era quello dei pesi che secondo me è sadico, non la finiva di farmi fare esercizzi mortacci sua, son tornato a casa con il braccio destro dolorante un'altro pò e manco riuscivo a girare il volante!), dopo una bella doccia bollente e relativa dopo sudata per i vapori degli spoiatoi, mi dirigo alla macchina stanco e soddisfatto.

Uscito dalle tecnologiche porte scorrevoli trovo la prima sorpresa della serata, noto una minuscola farfalla notturna che si dimena a terra cercando di rprendere il volo, di solito queste falene sono attratte dalla luce, quindi immagino che attratta dalla luce dell'atrio si sia scontrata con quanlcuno che usciva e che questo qualcuno l'abbia sbattuta a terra togliendogli la polverina dalle ali, poverina mi ha fatto pena.


Giunto a casa seconda sorpresa, c'è Voyager il programma più saturo di cazzate che possa esistere, su una giusta 30 sono cazzate, mi diverto cosi a vederlo ed a commentarlo con mio fratello, anche lui appassionato delle minchiate che dicono, ad un certo punto (si parlava di alieni e rapimenti) una ragazza racconta:


-Ero stata rapita dalla macchina con cui viaggiavo insieme ai miei genitori, quando riapri gli occhi lo vidi....

disse l'alieno....-


questo è un misto di ciò che ha detto la ragazza ed i nostri commenti sul tema, ammetto comunque che qualcosa era interessante.


Dopo due ore di divertimento si va a nanna, ma per tutto il tempo non ho fatto che ripensare alla ragazza che ho incrociato mentre andavo via dalla palestra, unico commento -Minchia....-, mi sa che l'è ora di trovarmi na ragazza.

lunedì 13 ottobre 2008

Sempre uguale porta alla pazzia




Ne parlavo l'altro giorno con il Tiziano, il Tempo non passa mai, almeno da me. Tutti i giorni qui sono uguali, ogni volta che esco vedo le stesse cose, vedo lo stesso paesaggio ed è cosi che perdo la sensazione del tempo, che giorno è oggi ? martedi ? mercoledi ? è lo stesso tanto tutti i giorni sono uguali, se non consultassi giornalmente il calendario non saprei che il tempo è passato, che è venuto un nuovo giorno, tanto sono uguali mi sembra di vivere sempre lo stesso giorno, fortuna che ci sono i pazzi a dirci che il tempo passa altrimenti noi poveri comuni non riusciremmo ad accorgercene, siete d'accordo ? volevo anche citare -cent'anni di solitudine- ma non mi sembrava il caso, però l'ho citato lo stesso e sono sicuro che voi avete capito a qual passo del libro io mi riferisca giusto? se non l'avete capito andatevelo e rileggere, in tutti i casi saluto tutti, cia ciao.

venerdì 10 ottobre 2008

L'altra faccia degli Uomini



Ted Chabasinsky, ricoverato a New York nel 1944: "Prima che nascessi avevano già stabilito che ero matto".

A 6 anni il primo elettrochoc.


Questa è la storia dell'altra metà della mia vita.


Psichiatri e assistenti sociali avevano già deciso prima ancora che io nascessi che io sarei diventato un paziente delle istituzioni psichiatriche. La mia madre naturale era stata rinchiusa poco prima che io nascessi e fu rinchiusa nuovamente subito dopo. L'assistente sociale del Foundling Hospital disse ai miei genitori adottivi che mia madre era "diversa" e Miss Callaghan ben presto li indusse a trovare sintomi anche in me. Ogni mese Miss Callaghan veniva a discutere dei miei problemi coi miei genitori adottivi. Se io volevo semplicemente stare nel giardino sul retro con mia sorella e giocare a fare tortine di fango, questo era un segno che ero troppo passivo e introverso, e mia madre e mio padre avrebbero dovuto incoraggiarmi a esplorare maggiormente gli altri posti nelle vicinanze. Quando iniziai a vagare per i dintorni andai nel giardino di un vicino di casa e colsi alcuni fiori. Il vicino si lamentò e Miss Callaghan tenne una lunga discussione coi miei genitori sul modo di reprimere i miei impulsi dannosi.
Quando Miss Callaghan ebbe scoperto abbastanza sintomi fui spedito in un istituto psichiatrico per bambini per essere diagnosticato ufficialmente e diventare una cavia per la dottoressa Lauretta Bender. Fui uno dei primi bambini "trattati" con l'elettroshock. Avevo sei anni.
Non volevo subire l'elettroshock, non volevo! Ci vollero tre infermieri per tenermi. All'inizio fu la dottoressa Bender in persona ad azionare l'interruttore, ma più t ardi quando non fui più un caso interessante, il mio torturatore fu diverso ogni volta.
Volevo morire, ma non avevo realmente idea di cosa fosse la morte. Sapevo che era qualcosa di terribile. Forse sarò così stanco dopo il prossimo trattamento che non mi alzerò più, e sarò morto. Ma mi rialzavo sempre. Qualcosa in me al di là dei miei desideri mi faceva ritornare in me stesso. Memorizzavo il mio nome, insegnai a me stesso a dire il mio nome. Teddy, Teddy, io sono Teddy ... io sono qui, io sono qui, in questa stanza, nell'ospedale. E la mia mamma se n'è andata ... Voglio andare giù, voglio andare dove l'elettroshock mi sta mandando, voglio smettere di lottare e morire ... e qualcosa mi ha fatto vivere e andare avanti a vivere. Dovevo ricordarmi di non lasciare che nessuno mi stesse più vicino.
Passai il mio settimo compleanno in questa maniera, e il mio ottavo ed il nono rinchiuso in una stanza al Rockland State Hospital. Avevo imparato che la migliore maniera di resistere era di dormire il più possibile, e dormire era tutto quello che potevo fare in ogni caso. ero in uno stato di costante deperimento ed iniziai ad avere raffreddori che duravano tutto l'anno perché il più sadico infermiere spegneva il riscaldamento e apriva la finestra anche a Dicembre. Il dottor Sobel disse che ciò era un segno della mia debolezza e che non amavo l'aria fresca.
A volte gli infermieri lasciavano la porta della mia stanza aperta mentre il resto dei ragazzi andavano nella stanza da pranzo ed io andavo in giro a cercare qualcosa da leggere, qualcosa da guardare, con cui giocare, qualsiasi cosa che avessi potuto usare per distrarmi. Conservavo parte del mio cibo e pensavo per ore a quando l'avrei mangiato. A volte i gatti correvano attraverso la stanza, lungo i muri, e li guardavo con attenzione stando attento a non spaventarli. Avrei voluto essere abbastanza piccolo da correre sotto la porta come potevano fare loro. A volte non c'era niente nella stanza, proprio niente, ed io mi stendevo sul materasso e piangevo. Cercavo di addormentarmi ma non potevo dormire 24 ore al giorno, e non potevo sopportare i sogni. Mi raggomitolavo come una palla, afferrando i ginocchi e rotolando avanti e indietro sul materasso cercando di confortarmi. E ho pianto e pianto sperando che qualcuno venisse. Sarò buono dicevo. E l'infermiere mi guardava fisso inaspettatamente attraverso la piccola finestra irrobustita con dei fili all'interno in modo che io non potessi rompere il vetro ed uccidermi.
E così ho passato la mia infanzia svegliandomi da un incubo all'altro in stanze chiuse a chiave con ritagli di giornali e pagine di fumetti strappate e croste di pane e i miei anici i gatti, con nessuno che mi dicesse chi fossi. E quando compii 17 anni e i medici pensarono di avermi distrutto mi liberarono.

giovedì 9 ottobre 2008

Gli Dei sono Felici




Vivono la vita calma delle radici. I loro desideri non li opprime il Fato, o, se li opprime, li redime con la vita immortale.
Non hanno ombre o altri che li attristino. E, inoltre, non esistono...

martedì 7 ottobre 2008

Con le parole non si salva ne il mondo ne l'Anima






Io Credo ma non credo ad un Icona, IO AMO Il mio Paese, Io Amo la Terra e la sua Gente e credo in esso, io Amo Tutti e Nessuno, Io Credo nell'Uomo e nella Volonta e quanto è vero il mio Nome giuro su di esso che prima di Crepare farò tutto ciò che è in mio potere per farlo diventare un Grande Paese.

lunedì 6 ottobre 2008

All'Oro



Il Papa oggi ha detto che i bisogni umani sononiente se paragonati alla parola di Dio, che il Denaro non è niente rispetto alla parola di Dio, che tutti coloro che vi hanno fatto affidamento sono giustamente crollati(riferimento al crollo delle borse americane ed europee) ma.. mi può per favore, e molto gentilmente, spiegare come fà una famiglia a campare con la parola di Dio ?

Lui non ha problemi è ricco servito e riverito tutto il giorno, veste in porpora ed oro, espone anelli e crocefissi riccamente lavorati in Oro, ha delle unghie niente male chissa.. quanto gli verrà la manicure ?

La parola di Dio non sfama, il denaro Si, la parola di Dio non ti garantisce una casa ed una famiglia, il Denaro Si, La Parola di dio è una guida e va giustamente seguita ma non è l'unica via ne può pretendere di esserlo potrà esserlo solo quando tutti condivideranno Tutto, quando Tutto sarà di Tutti, quando anche persone come Lui inizieranno a fare qualcosa contro la povertà vera ma succederà mai ? o dovremo aspettare la fine della chiesa ?

Il Cristianesimo vero non è dolore ne miseria ma parte da esse ed insegna, la Chiesa è opulenza e potere, la Odio profondamente.


A questo proposito vi rporto qui di seguito un passo di riflessioni molto interessante su cui vorrei le Vostre riflessioni, sopratutto quelle di Matteo, (entra nel discorso precedente se visto sotto una certa ottica):


Un aspetto caratteristico della Parashat Bereishit, oltre che efficace da un punto di vista strutturale, è costituito dal fatto che questa parte della Genesi si apre con il racconto della creazione e si conclude con la decisione di Dio di distruggere quasi tutto il Creato.

La sua insoddisfazione nei confronti dell'umanità si manifesta da prima in modo non cruento -il primo segno è la decisione di limitare drasticamente la lunghezza della vita umana, da circa 1000 anni a soli 120- ma trova il suo drastico culmine nella constatazione che con la proliferazione della razza umana si assiste ad un aumento esponenziale del vizio e del peccato.

-Mi pento di averli creati- dichiara Dio; -Si pentì di averli creati- il testo riecheggia le sue parole.

Questa affermazione al termine della Bereishit prelude alla narrazione che le fà seguito nella lettura settimanale, la Parashat Noach. Noach, la storia del diluvio, è uno dei primi, compiuti tentativi letterari di rappresentare la totale distruzione del mondo.

Dico -totale distruzione- anche se, a voler essere precisi, la parola ebraica pronunciata da Dio per descrivere i suoi piani riguardanti l'umanità e tutte le forme di vita sulla terraferma -è interessante notare come le creature del mare siano risparmiate- ha un significato più sfumato. Dio afferma che -dissolverà- la propria creazione: ehm'cheh.

Rashi si figura le perplessità del lettore, che si atenderebbe un verbo più convenzionale, per esempio .distruggere- o -annientare-(Friedman traduce -annientare- senza alcun commento; al contrario si sofferma a lungo sull'elaborata e suggestiva alliterazione della radice consonantica del nome ebraico di Noè, Noah, cioè delle lettere N e H, ricorrente in tutta la storia del diluvio: NoaH masa'HeN -Noè trovò grazia-, wayyNNaHem -si pentì-, NiHamti -mi pento-, wattaNaH -e l'arca si fermò-, e così via).

Il commentatore medievale francese ci ricorda che gli esseri umani vennero creati dalla terra, e pertanto Dio pone in atto la loro dissoluzione come se versasse acqua su statuette d'argilla. Leggendo questa osservazione, mi venne in mente che l'acqua è necessaria alla creazione di tali modellini (come ogni bambino che ha giocato con l'argilla sa bene): la considerazione di Rashi sull'annientamento dell'umanità per mezzo dell'acqua ci riporta al momento della creazione -esiste quindi una precisa complementarietà.

Un sottile legame tra concetti opposti -creazione, distruzione- ricorre in tutta la Noach. Per esempio, cosi come la distruzione narrata nella Noach è legata al precedente atto della creazione della terra (omeglio, dal fango) descritto nella Bereishit, in seguito un particolare della storia del diluvio suggerisce a sua volta la relazione tra l'annientamento provocato dal diluvioe il successivo atto della creazione -cioè a dire, la ripresa della vita a opera dei pochi superstiti. In diversi commentari midrascici viene spiegato che le cataratte che cancellano tutti gli esseri viventi dalla faccia della terra erano bollenti e sulfuree; nella stessa Torah, all'inizio della Noach, si apprende che l'arca, il mezzo della salvezza e di redenzione del diluvio sulfureo, era costruita con un legno conosciuto come Gopher -termine, come nota Raschi, derivante da Gaf'riyth, -sulfureo-.

Nella Genesi esiste quindi un complesso rapporto tra la creazione, la distruzione e la rinascita, atti distinti e apparentemente antitetici che in realtà sono avviluppati in un intricato e infinito groviglio.

Questa interconnessione indica a sua volta un significato ben più profondo che il testo intende veicolare. Se la Noach fosse semplicemente il racconto di una distruzione totale -senza sopravvissuti, senza rinascita- non riuscirebbe a mantenere vivo a lungo l'interesse del lettore: ironicamente, è proprio l'esistenza di quei pochi sopravvissuti a farci apprezzare la portata della distruzione. Al contrario, per comprendere appieno quanto siano preziose le vite che vengono salvate è necessario conoscere nella sua reale portatal'orrore da cui esse furono così miracolosamente preservate.

sabato 4 ottobre 2008

Nasturtium Officinale (Crescione)



Nella mia posta mail di oggi ho ricevuto questa lettera:


-Volevo ringraziare tutti quelli che in questi anni mi hanno mandato e-mail a catena, perché grazie alla vostra generosità :


1. Non vado più al cinema, talmente ho paura di sedermi su una siringa infettata da virus dell'HIV


2. Ho versato tutti i miei soldi sul conto di Amy Bruce, una bambina che è stata malata all'ospedale almeno 7000 volte, buffo che questa bambina abbia 7 anni dal 1995...)


3. Il mio nuovo Nokia di ultima generazione non è mai arrivato, come del resto i biglietti per il viaggio gratis a Disneyland


4. Ho saputo circa 1750 volte che Hotmail avrebbe cancellato il mio account e Messenger sarebbe divenuto a pagamento, ma lo volete capire che non è vero????????? Non accadrà MAI!


5. Ho speso 200 euro nell'arco di 12 minuti al casino on line


6. Ho cercato di adottare dei cuccioli di golden Retriver che altrimenti sarebbero stati soppressi ma che in realtà non sono mai stati uccisi e ora forse sono morti di vecchiaia


7. Mi sono mobilitato contro il famoso sito bonsaikitten.com che se leggete bene è tutto una bufala


8. Conosco il modo per essere felice e non più scapolo per tutta la mia vita (basta scrivere il nome di una persona su un foglio pensando fortea lei e poi grattarsi il culo tre volte davanti allo specchio)


9. Ho accumulato almeno 80000 anni di sfighe per via delle catene che non ho inoltrato.


A tutti un GRANDISSIMO RINGRAZIAMENTO.IMPORTANTE:

se non rinvii questa mail entro 10 secondi ad almeno 55 mila persone,Satana vi scaglierà una maledizione e morirete tutti ammazzati dapeste, colera, sgozzati da un serial killer, divorati da un dinosauro,massacrati dal frullatore impazzito o quant'altro, voi, la vostrafamiglia e la vostra anima gemella (anche se non l'hai mai trovata,sicuramente esiste) entro 1 settimana.


Guarda che è vero!!! NON sto scherzando!!!


SE ANCHE TU NE HAI PIENE LE PALLE DI RICEVERE MESSAGGI A CATENA, FAI GIRARE QUESTO MESSAGGIO, SPERANDO CHE SIA L'ULTIMO!!!!!-


La Mia risposta è questa:


1Io sono Satana

2Ho ucciso tutti i serial rivali

3Ho estinto i Dinosauri

4Non ho frullatori

5Ho ucciso la mia famiglia

6Ho ucciso la mia Anima e la sua gemella

7Ho ucciso il Tempo


Visto che in tutti i Libri di magia il 7 è considerato il nuremo magico più potente credo di avreti ritorto contro la maledizione con sufficente efficacia, naturalmente voi che leggete ne subirete in pieno gli effetti istantaneamente, Auguri.
P.s (naturalmente fate girare il messaggio)

Hyoscyamus Niger (Giusquiamo)




Ottobre 4th, 2008 by admin
Saranno trasmessi alla Corte Costituzionale gli atti relativi alla posizione di Silvio Berlusconi all'interno del processo Berlusconi-Mills. L'hanno deciso i giudici della decima sezione penale del tribunale di Milano, che hanno contestualmente stabilito che il processo per David Mills andra' avanti.


P.S(LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI-MA PER ALCUNI UN Pò DI PIù)




Allarme razzismo in Italia: lo lancia Giorgio Napolitano rivolgendosi al Papa in visIta al Quirinale. Il Capo dello Stato punta l'indice contro i "rischi ed i fenomeni di oscuramento di valori fondamentali, quello della dignita' umana insieme ad altri, anche nel nostro paese". La dignita' umana, ha spiegato Napolitano, "e' il valore supremo che ci deve guidare, come ci dicono, con Vostra Santita', l'insegnamento e l'impegno della Chiesa". E questo "in tutti i luoghi e in tutte le sue forme". E cio' "implica piu' che mai la coscienza e la pratica della solidarieta' cui non possono restare estranee - anche dinanzi alle questioni piu' complesse, come quelle delle migrazioni verso l'Europa - le resposnabilita' delle scelte dei governi". Di qui "la grande conquista del superamento del razzismo" ma anche "l'allarme per il registrarsi in diversi paesi di nuove manifestazioni preoccupanti, mentre nulla puo' giustificare il disprezzo e la discriminazione razziale". Parole, queste ultime, pronunciate tempo fa da Benedetto XVI a Castlegandolfo e fatte oggi proprie dal Presidente della Repubblica".(AGI) - Roma, 4 ottobre


P.S.(LA LEGA: NOI NON SIAMO RAZZISTI MA I TERRUN PROPRIO NO!!)
Io:
La dittatura Intelletuale, Sociale Attuale del nostro paese è sconcertante, l'Italia è vecchia, i politici sono casta e son vecchi, i Sindacati son casta e son vecchi, gli Imprenditori son casta e son vecchi, gli studenti son Giovani e Rincoglioniti dai vecchi.
Volete il progresso vero ?
Distruggete le caste, cazzo la chiesa a ragione sui figli, bisogna fare figli bisogna dare all'Italia nuove genereazioni, dobbiamo soppiantare i Vecchi prima che seppelliscano i Giovani.
L'Italia è una vecchia signora?
o io direi di No, siamo una delle nazioni temporalmente più giovani se si esculde l'impero romano e io lo escludo perche se noi discendessimo veramente dai romani non ci faremmo trattare in questo modo, dov'è l'orgoglio patriottico ?
Dov'è l'indignazione ?
Siamo veramente uno stato Laico?
Cazzo potremmo essere la più grande Nazione del Mondo!!! Potremmo essere la patria della scienza e della cultura, abbiamo una storia con i contro Cazzi ma siamo troppo legati ad essa, Guardiamo troppo alle nostre spalle, speriamo troppo nel tornaconto prensente e non ci rendiamo conto del futuro che Perdiamo.
L'Italia è fatta ma gli Italiani?
Gli Italiani non esistono perche per il governo non devono esistere, esistono gli italiani, gente divisa convita del proprio tornaconto, convinta di Berlusconi!!!
Popolo della Libertà?
o
popolo Schiavo nella libertà?
Io sò dove finirà l'Italia, giu per il cesso e lo sciaquone lo tirerà il Berlusca.

Satureia Hortensis (Santoreggia o Erba cerca)



Quello che si nega non esiste e pertanto non deve preoccuparci. è stata questa la logica della propaganda nazista e ancoea oggi non manca di essere imitata ogni volta che l'umanità si trova sul filo del rasoio.

Negli Stai Uniti sono scomparse le fotografie dei morti bruciati nel deserto Iracheno durante l'operazione Tempesta nel deserto, e le scene impressionanti di altre guerre come il Vietnam o l'Afghanistan non si trovano su nessun giornale. Sono state addirittura esiliate dalle banche dati a pagamento in internet.

Il destino dei morti è la solitudine e l'oblio.


-Una sporca storia-

giovedì 2 ottobre 2008

Frigidaire






Per chi non lo sapesse Frigidaire è una rivista culturale italiana di fumetti, inchieste, musica e altro, pubblicata a partire dal novembre 1980. Fondata da Vincenzo Sparagna, Stefano Tamburini e Filippo Scozzari, annovera tra i principali collaboratori Andrea Pazienza, Tanino Liberatore e Massimo Mattioli. In essa venne pubblicata la serie sul personaggio Ranxerox fino al 1985. Gli autori di fumetti che pubblicano, e spesso esordiscono su Frigidaire sono Marcello Jori, Giorgio Carpinteri, Lorenzo Mattotti, Pablo Echaurren, Francesca Ghermandi, Massimo Giacon, Roberto Grassilli, Giuseppe Palumbo, Massimo Semerano, Alberto Rapisarda, Stefano Ricci, Giorgio Turino, Sebastiano Vilella, e molti altri. Una breve ed intensa storia sperimentale, Socrate's Countdown, porta la fima di Magnus, mentre collaborano regolarmente in coppia i celebri José Muñoz e Carlos Sampayo
Fin dall'inizio Frigidaire si pose al pubblico come rivista controcorrente, accostando fumetto e giornalismo d'assalto (ispirandosi inizialmente alla rivista francese Actuel).
Dal 2000 è saltuariamente in edicola con la dicitura "frigobimestrale di arte, politica e avventure". Attualmente la rivista ha sede a Giano dell'Umbria, ed è diretta da Vincenzo Sparagna.


Da Frigidaire è stata tratta anche una trasmissione radiofonica che si occupa di letteratura, ispirata ad alcuni dei personaggi dei fumetti in essa pubblicati quali Zanardi, Colasanti e Petrilli; il programma, trasmesso dall'emittente bolognese Radiocittà Fujiko, va in onda tutte i mercoledì dalle 21.00 alle 22.30.

Mel

Vita Eterna

.mid">