domenica 10 gennaio 2010

Riflessioni sul concetto sbagliato di Opera



Premessa; Mi sa che il post precedente è stato travisato, non prendete sul serio quello che scrivo, sono frammenti volanti di pensieri inespressi che non riesco mai bene ad esprimere e quindi vanno considerati inutili, ok ? bene


Ora.. poniamoci una domanda, è l'artista a fare l'opera d'arte o è il pubblico ?

A mio modesto parere un'opera è un'opera fatta per servire una funzione, più è congruente con il proprio scopo più significa che quell'opera è fatta bene, che sia essa un'edificio, un quadro, una scultura o altro, se funziona a motivo di esistere se non funziona non dovrebbe esistere.

Un quadro deve comunicare una sensazione o rispondere a determinati prerequisiti imposti dall'artista, deve nascere in conseguenza ad uno scopo, io faccio questo quadro perche voglio esplorare un nuovo tipo di rappresentazione se l'opera finita presenta ciò che io volevo raggiungere o gli si avvicina, l'opera a una sua funzione anche la rappresentazione di opere gia esistenti, il volgare copiare a una funzione, quella di aiutare l'artista nel suo percorso di migioramento e di esplorazione, se io non ho un motivo per fare un'opera non la faccio è evidente.

Lo stesso vale per la scultura, ma allora perche questo non vale per l'architettura ? perche ci insegnano a creare dal disegno invece che dalla funzione ?

A me serve una casa comoda e discreta che abbia una cucina, una salone, due bagni e tre camere da letto, ok cosa faccio ? viene naturale partire con la ripartizione delle camere, la sistemazione degli impianti, e la verifica dell'ingombro totale, una volta stabilito l'ordine, Allora posso vedere quale forma mi esce fuori e rielaborare tale forma secondo un mio criterio di gusto, cosi si unisce alla funzione l'estetica, non posso valorizzare l'estetica a scapito della funzione perche cosi c'è il rischi di dannegiare lo scopo e la comodita d'uso degli abitanti, se una casa è scomoda colui che la abita la modifica e se la modifica il mio lavoro è stato inutile.

Ma se questo è un buon metodo di ragionamento perchè ci insegnano il disegno, ci dicono NO tu devi fare cosi perche cosi si Deve fare, e se io non volessi fare cosi ? beh in questo caso la tua opera è brutta, si ma risponde ai criteri funzionali ma allora perche se non risponde ad un tuo criterio di gusto mi devi bloccare ? il Gusto è soggettivo, la bellezza è soggettiva, l'oggettività l'imita la libera espressione perche limita la possibilità, quando imposta, di esplorare nuove strade,(il tutto riferito all'arte naturalmente).

forse è per questo che i più grandi hanno sempre fatto di testa loro ? forse è per questo che erano quasi tutti arroganti o pazzi o isolati ?

Non lo sò, sò solo che oggi tutti vogliono essere grandi quando la grandezza non c'è e non c'è perche non è l'artista a reputarsi grande ma sono gli altri a reputarlo tale, quindi io non posso progettare un capolavoro, non ne ho la capacità, saranno gli altri ad attribuirmela se lo reputano opportuno.

Il lavoro del costruttore, qualsiasi cosa progetti e di costruire qualcosa che funzioni e non qualcosa di bello, la bellezza viene dopo è il passo successivo.

Quindi è l'autore a dar valore all'opera ? o è il critico che vede in quel l'opera un valore ?

La mia risposta è il Critico, perche all'artista non gliene importa nulla di quello che a fatto se non che gli possa procurare da mangiare.

Non si fanno opere d'arte, si fanno opere l'arte lasciamola ai critici.

3 commenti:

Luigi ha detto...

Non sono sicuro di aver capito quello che volevi dire, ma aggiungo una cosa: un epistemologo (non ricordo chi, ma credo Karl Popper) diceva che una volta che un autore aveva completato l'opera, lui non contava più niente. A quel punto, infatti, tutto era rimesso nelle mani del pubblico. Non me la ricordo bene la cosa però

sinistro ha detto...

Si, io mi esprimo sempre male comnq. credo tu abbia capito e sono d'accordo con popper.

matteo ha detto...

io non riesco ad elaborae un parere complesso, quindi mi allineo a popper e al compagno cacchione

Mel

Vita Eterna

.mid">