martedì 22 marzo 2011

Bakuman




Penso che la maggior parte di voi non l'abbia mai neanche sentito nominare, è un manga scritto da Tsugumi Ohba e disegnato da Takeshi Obata.


La storia parla di due giovani ragazzi giapponesi che fanno squadra per realizzare i propri sogni, scrivere e disegnare manga, da qui c'è tutto lo sviluppo della loro vita, dal passato al presente preannunciando un futuro incerto ma promettente, sempre ad opera delle azioni dei personaggi. Oltre ad essere interessante perla sua analisi sociale, li dove le parti non sono troppo esagerate è un'utile strumento per chi sia interessato a capire il mondo della pubblicazione giapponese, infatti tramite i due personaggi vengono spiegati passaggio per passaggio tutte le fasi che portano dall'ideazione di un manga fino alla sua concretizzazione, soprattutto dalla parte editoriale.


Parlando dei disegni posso dire che lo stile di Obata mi piace abbastanza, è molto bravo e riesce a diversificare bene i personaggi anche se nonostante ciò si può riscontrare negli stessi una certa ripetitività stilistica, minima ma purtroppo evidente.


Riguardo alla storia sono molto colpito, avevo letto già qualcosa scritto da Ohba e mi era piaciuto ma il fatto che sia riuscito a scrivere della vita di un ragazzo, la vita di tutti i giorni, la sua crescita, senza ricadere in schemi troppo ovvi o ripetitivi insomma rendendola interessante mi ha colpito molto positivamente, di solito infatti si tende a far diventare queste storie noiose, sdolcinate, troppo intricate (effetto soap) ma per ora pare che sia riuscito a fare un lavoro discreto anche se dall'ultima uscita ho riscontrato una direzione della storia un po pericolosa, vedremo se saprà destreggiarsi bene o se ricadrà in qualche situazione scontata.


Detto ciò si può capire che a parer mio un buon manga o fumetto oltre ad un buon disegno deve avere una storia che sappia stupire senza eccedere, praticamente è come con i libri se non è ben scritto, anche se ben disegnato, non vale la pena di prenderlo.

Nessun commento:

Mel

Vita Eterna

.mid">