lunedì 4 aprile 2011

Idee 3



Considerazioni Personali non inerenti : Inizio a sospettare che la nascita dei serial Killer sia un evento naturale, ogni specie deve avere un suo predatore perché altrimenti va in sovra numero e ciò determina la fine delle risorse e l'auto distruzione, ci deve essere equilibrio, quindi un naturale predatore per l'uomo che è un'animale infestante è l'uomo stesso poiché una delle sue caratteristiche è anche quella di cacciatore solitario, la natura si corregge da sola.

Ogni uomo essendo animale risponde agli stimoli inconsci della specie, pertanto li dove è riscontrato un comportamento anomalo fin dalla tenera eta è semplicemente la natura che subdola manipola la propria creatura, non credo nel caso, l'equilibrio è il fondamento dell'essere.


( 3 racconto)


Anno : 1925

Luogo : Un terrapieno dove Più tardi sarebbe sorta la stazione centrale di Milano (Italia)

Vittima : Matthias Guntner, anni 26, commesso in un negozio di materiali fotografici

Causa del decesso : Una ferita da arma da taglio alla nuca, tra la prima e la seconda vertebra

Arma : Coltello da cucina

Testimoni Oculari : Nessuno

Sospetti : Orlandina Cacchioni, anni 20, ex amante della vittima, operaia e suonatrice di chitarra nei bar, detta la "Chitarrista della Bovisa". Viene arrestata alcuni giorni dopo il delitto. Rea confessa.

Movente : Difendersi da una violenza sessuale

Colpevole : processata alle assise di Milano alla fine del 1925, Orlandina Cacchioni viene assolta per legittima difesa.

Caso : Chiuso


Racconto :

-Speravo e temevo quell'uomo. Da un lato la speranza di strappargli una parola di pentimento per il male che mi aveva fatto e una speranza di fede per il mio avvenire; dall'altro il ricordo, sempre vivo, della prima violenza, il ribrezzo all'idea di una nuova violenza, l'impeto di respingerla a ogni costo.

Egli mi afferrò per la vita, cercando di buttarmi a terra. Diceva : "Ti voglio ancora una volta, prima di partire per la Spagna !"

La rivolta contro un uomo che mi considerava come uno strumento di piacere mi diede la forza di svicolarmi dalla sua stretta. Risalii sul terrapieno in cui mi aveva trascinato, e cercai di fuggire. Mi raggiunse, tentando di afferrarmi per le gambe e vacillai.

O ceder o colpire : e io ho colpito, signori-


Dalla Deposizione di Orlandina Cacchioni

Nessun commento:

Mel

Vita Eterna

.mid">