domenica 24 luglio 2011

Harry Potter ed i suoi fantastici amici !



Commenti su HP7 parte 2
Alloora........... è una cagata pazzesca, no davvero, insomma il settimo libro ha molta più azione rispetto hai precedenti ma anche molti più punti morti, si poteva trarre davvero un bel film ma l'impressione che ho avuto vedendolo è stata quella di un film tirato via giusto per chiudere la serie e non pensarci più.
Si ci sono un sacco di effetti speciali ma le scene non sono quelle giuste, insomma ci sono addirittura scene aggiunte la dove bastava mantenere quelle del libro ! es:
quando Neville paciock affronta Voldemort, Voldemort gli ficca in testa il cappello parlante e gli da fuoco ed in quel momento Neville trova il coraggio estrae la spada e nella confusione del ritorno di Potter taglia la testa al serpente.
Era una scena semplice e lineare che poteva essere inserita para para nel film, e invece ecco li che hanno allungato il brodo con una scena che non ha ne capo ne coda, lo stesso Harry che si gira mezzo castello con Voldemort, o la scena della spiegazione di silente quando Harry schiatta sono tutte scene rovinate ed essenzialmente per come sono state trattate inutili.
è vero che non mi è mai piaciuto il regista David Yates, che dal quarto film in poi è sempre stato lo stesso. Trovo che spezzetti troppo le scene e non gli dia fluidità storica, nel qual caso il lavoro finale è stato veramente pessimo.
Per non parlare di Daniel Radcliffe che ho sempre ritenuto peggio di un cane come attore, Rex a mio avviso avrebbe interpretato meglio il personaggio, in quest'ultimo film poi la sua capacita espressiva massima è stata una faccia ebete in tutte le scene, grande passo avanti dall'inespressività dei film precedenti, in più il doppiatore che gli hanno affibbiato sin dal primo penso sia il peggiore doppiatore mai esistito, già lui non ha espressione gli metti pure un'incapace come doppiatore ecco li che esce quello che ne è uscito fuori ossia il peggiore personaggio cinematografico a mio parere di tutti i tempi.
E Ron ? che doveva essere il personaggio emergente ? relegato ad una spalla, quasi scadente di seconda categoria, anche se ammetto in questo caso che Rupert Grint è un buon attore. Comunque un'altra scena che hanno toppato alla grande e non ne capisco la ragione sinceramente, è quella dei 19 anni seguenti, insomma ma vuoi invecchiarli come si deve sti minchia di attori ?! oppure cambiali e mettine altri più vecchi e somiglianti no ? invece eccolo li che Harry non sembra invecchiato di un giorno e per ulteriore presa in giro il figlio sembra più alto del padre a 11 anni ! e Hermione poi ? la figlia sembrava sua madre.
bah, ma la scena più bella è stata quando Neville presenta Harry che esce dal quadro nella stanza delle necessità. :
"Ecco a voi Harry" (-e i suoi fantastici amici l'uomo ghiaccio e stella di fuoco-, citazione all'uomo ragno)
Ma dooooooo.......

venerdì 15 luglio 2011

domanda



è veramente importante ciò che pensiamo o ciò che pensiamo che sia importante ?
è una domanda che mi faccio spesso, soprattutto mi sovviene spesso alla mente il pensiero che molto spesso ciò che si fa non lo si fa per una vera necessita ma per una necessita apparente e che in vero tutto ciò che l'uomo fa non è importante, ho sempre avuto il sospetto che tutto sia basato su un concetto errato di società, che l'impostazione alla base non sia quella giusta.
In fondo l'uomo ha tutto ciò che gli permette di sopravvivere nel benessere e nella tranquillità, eppure in qualche modo siamo sommersi da problemi sociali ed esistenziali, prendiamo uno dei problemi più evidenti, la fame, nessuno sulla terra soffrirebbe la fame se non ci fosse lo sfruttamento delle risorse, c'è ancora spazio e terreno in abbondanza per tutti eppure il problema sussiste, ci sono persone o organizzazioni abbastanza avide da volere per se di più di ciò che gli basterebbe, questo significa che l'uomo non è ancora riuscito a superare la sua fase animale ? ma gli animali che pure dovrebbero essere meno evoluti, meno coscienti di se, non si comportano cosi, prendono ciò che serve loro e nulla più, allora l'uomo è veramente definibile come animale ? o è altro ? e se essere altro comporta la perdita del comune senso di sopravvivenza o del senso comune di benessere collettivo è veramente conveniente ? l'evoluzione porta alla perdita del senso sociale per un'innalzamento dell'individuo ? porta alla soppressione del Noi per la sopravvivenza dell'Io ? bo non saprei, ciò che so è che c'è sempre più gente che pensa solo a se stessa, il lavoro di gruppo rimane solo come illusione di controllo.

giovedì 7 luglio 2011

Tardo pomeriggio



Ero lì mentre lui Gemeva, io tagliavo.. piano. Prima incidevo la direzione, con gesti lenti e delicati, poi affondavo con decisione nella sua pelle bianca e dura. Lui faceva resistenza, le sue urla erano acute, ferivano le orecchie.
Il caldo era stressante, piccole gocce di sudore iniziavano a scendere dalla mia fronte tanto era lo sforzo di reggerlo mentre tagliavo, Tre volte mi ha ferito, tre volte ha bevuto il mio sangue ma io l'ho spezzato e mentre l'eco del colpo si spegneva io godevo nel contemplare il mio lavoro.
Finito mi asciugo la fronte, raccolgo i pezzi, metto in ordine. Lui è li sul tavolo, mi fissa ma ormai non geme più, io mi avvicino lentamente e lo ammiro, veramente un bel lavoro.

(stralcio di una giornata di lavoro, costruzione di un plastico per l'esame di composizione 2)

sabato 2 luglio 2011

Bah....

Sono ancora vivo, sempre più stanco e demoralizzato man mano che passa il tempo. devo ricominciare ad uscire prima d'andare in depressione..., per il resto è un periodo morto, preparo esami e basta non ho tempo ne soldi per fare altro, è da un po che sto in rosso e non so se la situazione migliorerà, forse.. va buo questo era un post per dire che ci sono ancora, un saluto a tutti.

Mel

Vita Eterna

.mid">