venerdì 2 novembre 2012

Asociale



Sono cosi stanco che ho solo voglia di rimanere seduto ad osservare il nulla con in sottofondo "Hang me, oh Hang me" di Dave Van Ronk, ho tante cose da fare in questo periodo e questo mi permette di essere felice, sono felice quando lavoro perché la mia mente è distratta e non si perde in pensieri inutili, veri, ma inutili e anche dannosi, perché mi portano all'infelicità, forse il problema è che io vedo troppo e troppo chiaramente, forse dovevo nascere un po più tocco sarei di sicuro vissuto più felice.
Non riesco a ubriacarmi, non è che mi piaccia e sinceramente non sono un abitue, non mi piace ne il vino ne i super alcolici, ne gli alcolici in generis.. tranne la birra, ogni volta che li bevo sento solo il sapore dell'alcol e questo mi da fastidio, non riesco a sentire gli aromi o il gusto di ciò che bevo, con la birra è diverso, riesco ad assaporarla è per questo che mi piace. 
In tutti i casi non riesco ad ubriacarmi, la mia tolleranza si è alzata tantissimo, credo come effetto collaterale di un farmaco che sono obbligato a prendere, in realtà sono stato veramente ubriaco solo una volta e anche in quel caso sono stato tanto bravo da alzarmi, salutare ed andarmene a dormire, anche da ubriaco non riesco ad essere diverso da me stesso, è incredibile sembra proprio che il controllo della mia mente non riesca ad essere allentato da nulla, neanche da se stessa. 
è un po come nel film di Capitan America, quando lui è seduto nel bar distrutto e cerca di ubriacarsi per non sentire il dolore, ma non ci riesce perché il suo metabolismo accelerato non gli e lo permette.
Oggi dopo una giornata lunga e stressante, vado ad una festa a sorpresa per una cara Amica, e come al solito non riesco a divertirmi, per carità ero felice per lei e ho cercato di comportarmi bene per tutta la sera, forse ci sono anche riuscito, ma come al solito mi sono chiuso in me ad ascoltare la cover degli AC/DC, mi rilassa tantissimo ascoltare questo genere di musica, ed ho parlato pochissimo per tutta la serata, lei però era felice e questo è l'importante.
Rimane il fatto che sono sempre più convinto che l'asociale sia una caratteristica caratteriale ereditaria, ne ho molti esempi in famiglia, e sinceramente non so se loro si pongano o meno il problema, forse no, forse si, quello che spero io è poter continuare a lavorare a questo ritmo senza crollare sul pc dalla stanchezza, ma forse è solo questione di allenamento.

Nessun commento:

Mel

Vita Eterna

.mid">