martedì 17 settembre 2013

OPPRESSIONE



Nella mia vita precedente di sicuro ero un artista povero, morto suicida.. più o meno come ora tranne per la parte finale. Io i rapporti familiari non li reggo, non so voi, in generale non reggo proprio i lunghi rapporti, dopo due giorni massimo mi viene un senso di chiusura, di oppressione, poi arriva la depressione. Con chi mi trovo bene ? con le persone che conosco appena o con i vecchi amici che rimangono tali perché ci si vede sempre dopo lunghi periodi di tempo. Ora ho una tale rabbia in corpo che scatto per la minima cosa, e nessuna valvola di sfogo, infatti ho un mal di testa allucinante, ho provato a disegnare ma in queste condizioni non riesco a rilassarmi, il lavoro dell'artista ? morire di fame, io non mi ritengo bravo, se è per questo non mi ritengo neanche un artista nel senso pieno del termine, è il mio scopo, quello che mi piace fare e che faccio con passione e come penso sempre più spesso dovevo nascere in qualche tempo passato, meglio ancora se orfano, ma visto che sono nato in questo tempo cercherò di non morire suicida.

Nessun commento:

Mel

Vita Eterna

.mid">